Pompei. Uniti per differenziare

“I propeietari degli alberghi sono contenti che in questo periodo di assenza di turisti abbiamo reso Pompei, più bella, più verde e più pulita”. Ha esordito il sindaco di Pompei che ha fatto presente come la piazza centrale di fronte al Santuario presenta, per la prima volta dopo tanti anni le aiuole curate” Questo il discorso di esorio all’iniziativa che ha visto il Comune di Pompei in collaborazione con i maggiori Enti locali, le scuole e le rappresentanze della Attività commerciali. Tutti uniti per “differenziare” Pompei in una campagna informativa che intende riciclare i rifiuti e trasformarli in risorse.
si tratta di un piano di economia circolare presentato in Commissione Europea l’11 marzo 2020. L’obiettivo dichiarato dell’Amministrazione Comunale è di tutelare l’ambiente e la salute dei pompeiani (come ha spiegato la vicesindaco Andreina Esposito) partendo proprio dalla corretta gestione della raccolta differenziata. Amministrazione Win Ecology (che ha l’appalto della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti) partiranno con un ‘Piano di Comunicazione’ che prevede la diffusione delle
informazioni utili al conferimento ordinato dei rifiuti, rivolgendo l’attenzione alle aziende, ai cittadini, agli studenti di ogni ordine e grado, ai pellegrini, in visita al Santuario della Beata Vergine del Santo Rosario, ed ai turisti.
All’iniziativa é intervenuto direttamente Parco Archeologico Gabriel Zuchtriegel e Monsignor Pietro Caggiano per il Santuario della madonna del Rosario e diversi insegnanti delle scuole di pompei che hanno messo in evidenza la necessità di una maggiore collaborazione tra Comune, Azienda di Rifiuti e Istituzioni scolastiche per favorire la cultura dell’economia circolare.
Per i turisti e i pellegrini : nel Parco Archeologico e nel Santuario saranno distribuiti gli “Scan
Me”, Qr Code per scaricare in italiano, cinese, russo, spagnolo, francese e inglese la guida per differenziare i rifiuti. ​
Educare tra i banchi di scuola: “Un gioco da ragazzi” e le “eco-interviste” vedranno protagonisti gli studenti pompeiani per creare uno slogan da utilizzare per la campagna informativa.
A breve sarà attivata la videosorveglianza che mira ad i responsabili di reati amibientali identificando chi abbandona i rifiuti pericolosi creando vere e proprie discariche abusive.
L’Assessore all’Ecologia Raffaella Di Martino ha annunciato una pagina Facebook dedicata al rapporto tra cittadini e Istituzione comunale per migliorare l’igiene pubblica e la corretta procedura di raccolta differenziata. “E’ inconcepibile che il Comune impieghi risorse economiche per ripulire le aree dalle discariche
abusive, al fine di salvaguardare la salute dei cittadini, e dopo poche ore, quelle stesse aree interessate dalla bonifica, sono nuovamente invase da rifiuti pericolosi”. Ha concluso raffaella Di Martino mentre la Vicesindaco e Assessore alla Sanità Andreina Esposito ha commentato: “Le discariche illegali rilasciano
tossine molto pericolose. Da pediatra segnalo che molte mamme che vivono nelle vicinanze di esse partoriscono bambini sotto peso o con malformazioni. Invito i dirigenti
scolastici a far crescere i nostri figli con la cultura del rispetto dell’ambiente”.
La Win Ecology, nella persona dell’amministratore delegato Maurizio Loreto, nei prossimi giorni é impegnata a distribuire il materiale informativo all’utenza pompeiana.