Angri – Scafati. Inquinamento Fiume Sarno, potenziamento sgrigliatore

Scafati. In sopralluogo, sul Controfosso destro del Fiume Sarno, anche il Vicepresidente della Regione Campania e Assessore all’ Ambiente Fulvio Bonavitacola

Angri - Scafati. Inquinamento Fiume Sarno, potenziamento sgrigliatore

Angri – Scafati. Inquinamento Fiume Sarno, potenziamento sgrigliatore

Inquinamento del Fiume Sarno. Delegazione regionale sul posto per la verifica sui lavori da attuare per lo sgrigliatore collocato a Fosso dei Bagni. In sopralluogo, sul Controfosso destro del Fiume Sarno, anche il Vicepresidente della Regione Campania e Assessore all’ Ambiente Fulvio Bonavitacola.

Lo sgrigliatore meccanico

Nell’area persiste lo sgrigliatore meccanico del piccolo Sarno gestito dal Consorzio di Bonifica. Sul posto anche il sindaco di Scafati e Cristoforo Salvati, il presidente della provincia di Salerno Michele Strianese, il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Nunzio Carpentieri e il presidente del consiglio comunale di Angri Massimo Sorrentino. Durante la sosta ricognitiva è stato formalmente comunicato l’avvio dei lavori della Regione per la realizzazione delle barriere per la trattenuta dei rifiuti lungo il fiume Sarno.

Massimo Sorrentino: “Un provvedimento migliorativo”

“Questa è un’opera determinante soprattutto per gli allagamenti nelle aree alluvionali tra Angri e San Marzano dove da oltre due anni ci stiamo impegnando affinché il problema venga per lo meno parzialmente arginato. Con il potenziamento dello sgrigliatore il problema non sarà risolto in via definitiva, almeno per ora, ma alleggerisce in maniera decisa i carichi e le masse d’acqua che vengono prodotte durante la stagione delle piogge, con le gravi conseguenze sulla popolazione residente. Angri in effetti è la comunità che è maggiormente colpita dai fenomeni alluvionali soprattutto in via Orta Longa e in località Avagliana” dice Massimo Sorrentino.

Aldo Severino