Sarno. Presto una sede della centrale unica d’emergenza (video)

Sarno. La centrale sarà collocata in via Ingegno su un terreno confiscato alla camorra. Due le città individuate per la collocazione delle centrali: Napoli e Sarno

Sarno. Presto una sede della centrale unica d’emergenza

Numero unico di emergenza e viene garantita la risposta entro cinque secondi. È la nuova frontiera dei servizi emergenziali e richiesta d’intervento con immediatezza di operatività. Due le città individuate per la collocazione delle centrali in Campania: Napoli e Sarno. La centrale sarà collocata in via Ingegno su un terreno confiscato alla camorra.

Banner Animato Conncetivia

Campania nel numero unico di emergenza

La Campania entra così a far parte delle 11 regioni italiane nelle quali è attivo il numero unico di emergenza, dopo Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Toscana, Marche, Umbria, Sicilia e Province autonome di Trento e Bolzano. Componendo il 112, si ha anzitutto un tempo di risposta entro i 5 secondi, e si potrà chiedere assistenza per qualsiasi tipo di emergenza.

La chiamata

Rispetto alla specifica necessità e urgenza, la chiamata verrà instradata verso forze di polizia, vigili del fuoco, strutture sanitarie o assistenza in mare. In pratica col NUE si ha a disposizione un tipo di funzionamento simile a quello del 911 utilizzato negli Stati Uniti. Il servizio, inoltre, sarà multilingue e permetterà, dato questo importantissimo, la geolocalizzazione dei chiamanti. È utilizzabile anche dai cittadini disabili grazie al sistema 112 sordi. Per la Campania dunque verranno realizzate due centrali uniche di risposta, CUR: quella di Napoli coprirà il servizio per l’area metropolitana di Napoli, 3 milioni circa di abitanti; quella di Sarno il resto della regione, circa due milioni e 800mila abitanti.

Il servizio è di Rossella Liguori