Cimitile. Insulta la moglie e pretende soldi, poi le incendia i vestiti

Insulta la moglie e pretende soldi, poi le incendia i vestiti. Intervengono i Carabinieri e arrestano un 54enne

Cimitile. Insulta la moglie e pretende soldi, poi le incendia i vestiti. Un 54enne arrestato dai Carabinieri nel Napoletano

Cimitile. Insulta la moglie e pretende soldi, poi le incendia i vestiti. Un 54enne arrestato dai Carabinieri nel Napoletano

Insulta la moglie e pretende soldi, poi le incendia i vestiti. Intervengono i Carabinieri e arrestano a Cimitile, nel Napoletano, un 54enne. Tutto inizia quando in una abitazione della zona un uomo alza la voce, insulta e minaccia la moglie. È ubriaco e vuole denaro, forse per bere ancora. La donna è terrorizzata perché è già successo altre volte.

Conncetivia voucher 2,5

Precedenti

In precedenza, secondo quanto riferiscono i Carabinieri, l’uomo l’avrebbe schiaffeggiata. La donna si ‘arrende’. Asseconda il marito e gli consegna i soldi, poi scappa di casa, e fuggendo si rende conto che è necessario raccontare tutto ai Carabinieri. Intanto il 54enne distrugge tutto quello che in casa gli capita a tiro, mobili, piatti. Nessuna camera viene risparmiata. Anche alcuni abiti della donna. Quelli li brucia, rischiando d’incenerire l’intera palazzina. I militari lo trovano ancora in un appartamento ormai in subbuglio. Lo arrestano per maltrattamenti, estorsione e danneggiamento a seguito d’incendio. Ora è in carcere, in attesa di giudizio.

ANSA