Area Parco fiume Sarno, sequestrata gabbia trappola

Area Parco fiume Sarno, sequestrata gabbia trappola

Area Parco fiume Sarno, sequestrata gabbia trappola

Una nuova importante operazione a contrasto del fenomeno del bracconaggio nelle aree parco è stata condotta dai militari del Comando Stazione Carabinieri Forestale di Sarno unitamente a personale del Nucleo Provinciale Guardie Ambientali Accademia Kronos di Salerno e personale del Consorzio di Bonifica Comprensorio del Sarno.
L’operazione svolta in località Grotta dell’Olio a Sarno, area che rientra nel perimetro del Parco Regionale del Bacino idrografico del fiume Sarno, ha consentito di individuare e sottoporre a sequestro una gabbia trappola artigianale per cinghiali appositamente allestita nelle immediate vicinanze di un fondo agricolo interessato dalla presenza di piante di olivo.
La gabbia trappola lunga circa tre metri e larga un metro e mezzo, realizzata utilizzando dei pannelli di rete elettrosaldata ancorati al suolo, risultava munita di un ingresso con chiusura attivata a pressione.
Grazie al personale del Consorzio ed alle attrezzature in dotazione alle Guardie Ambientali Accademia Kronos, si riusciva a scardinare l’intera struttura per poi smaltirla come rifiuto a seguito del provvedimento di confisca e distruzione disposto dall’Autorità Giudiziaria.
Nei prossimi giorni continueranno i controlli sul territorio sarnese e nei comuni limitrofi al fine di prevenire e contrastare eventuali ulteriori fenomeni di bracconaggio o di cattura dell’avifauna selvatica.