Angri. L’erba alta nelle giostrine nasconde le vergogne dell’amministrazione

Angri. Le vergogne. No c’è qualcuno che ha accesso alle aree attrezzate verdi della città: l’erba alta!

Angri. L'erba alta nelle giostrine nasconde le vergogne dell'amministrazione
Angri. L'erba alta nelle giostrine nasconde le vergogne dell'amministrazione

Angri. L’erba alta nelle giostrine nasconde le vergogne dell’amministrazione

No c’è qualcuno che ha accesso alle aree attrezzate verdi della città: l’erba alta! La nuova denuncia è contenuta nelle foto di cittadini indignati che vogliono riappropriarsi di questi piccoli ma importanti spazi verdi realizzati tra la Via Nazionale Taverna, Via Papa Giovanni XXIII, Parco Satriano e Via Leonardo Da Vinci dove c’è anche una giostrina inclusiva per i bambini “speciali” che avrebbero maggiormente bisogno di vivere questi spazi aperti e protetti non solo dai lucchetti arrugginiti.

L’erba nasconde le vergogne

La mancata manutenzione del verde e, sopratutto, l’erba alta nasconde le vergogne di un’amministrazione imbarazzante e scollata completamente dal territorio, chiusa e in confusione nel Palazzo Comunale dove pare certificata e carente la competenza e la programmazione, qui da oltre un lustro e mezzo con cade una sola testa per mancate responsabilità, anzi vige la paradossale logica dello strumento delle performance.

Cosimo e i suoi accolti tirano a campare. Lo sdegno dei cittadini

Sindaco e assessori dietro un gioco di parole e pelosa retorica tirano a campare e chi rivendica spazi verdi e aree attrezzate deve subire l’imbarazzante silenzio di questa amministrazione diversamente politica. “Fateci sapere quando vi deciderete ad gestire almeno l’ordinario, non se ne può più il paese è diventato invivibile da ogni punto di vista” dice indignato un cittadino guardando dalle sbarre l’area attrezzata di Viale Leonardo Da Vinci. Angri è un paese in coma irreversibile ucciso dall’incompetenza amministrativa tout court.

Luciano Verdoliva