Scafati. Parcheggi ACSE: gestione superficiale del comune (video)

Scafati. Servizio parcheggio pubblico gestito da ACSE S.p.A., il caos proroghe può rendere invalide le sanzioni degli ultimi mesi

Scafati. Parcheggi ACSE: gestione superficiale del comune (video)

Servizio parcheggio pubblico gestito da ACSE S.p.A., il caos proroghe a Scafati può rendere invalide le sanzioni degli ultimi mesi. Un danno possibile difficilmente quantificabile vista la nebbia grigia che regna ancora sull’argomento, ma le ultime notizie che arrivano devono spaventare non poco l’amministrazione comunale del Sindaco Cristoforo Salvati. La società controllata del Comune di Scafati ACSE ha rilevato il servizio di parcheggio pubblico nell’ormai lontano 2015, attraverso un affidamento dei servizi confermati dalla stessa Commissione Prefettizia nel 2018, con scadenza prefissata allo scorso Novembre 2021.

Riaffidamento all’ACSE della sosta a pagamento

Quindi l’amministrazione decide di riaffidare il servizio ad ACSE in modalità molto lontane da quelle registrate circa quattro anni fa. Infatti con determina numero 137 il Comune ha rimesso, in proroga, in via emergenziale, il servizio di parcheggio pubblico alla sua società controllata per i successivi due mesi, concludendosi quindi a fine gennaio dell’anno corrente. Da allora, il nulla amministrativo.

L’inerzia dell’amministrazione comunale

Dal Comune di Scafati non arrivano aggiornamenti sull’affidamento del servizio per l’annualità 2022 in mano ad ACSE S.p.A. o a qualsiasi azienda del caso, con la società partecipata che si è trovata costretta a mandare una diffida all’ente scafatese comunicando l’interruzione del servizio fornito dalla fine del mese di Maggio. Tre mesi dopo la fine sancita dalla proroga del novembre scorso. Un’evidente crisi burocratica sul tema che potrebbe costare carissimo all’amministrazione, visto che eventuali sanzioni da febbraio a oggi non sarebbero appoggiate da nessun tipo di documento amministrativo che legittima il controllore. Poco male invece per gli introiti registrati negli ultimi mesi, che potrebbero rivelarsi una sorta di beneficenza della cittadinanza nei confronti del Comune, che di fatto né attraverso la sua partecipata né attraverso azienda privata gestisce con merito (e delibere) il servizio dei parcheggi. Circa 70 mila gli euro raccolti nei primi mesi dell’anno, dato in netta discontinuità rispetto i numeri degli anni scorsi, dove l’incasso annuale si fermava a 126 mila euro circa.

Grimaldi. Dura critica dell’operato di Marra e Salvati

Sul tema preme incessantemente l’opposizione consiliare della coalizione “Insieme per Scafati”, che a specifica interrogazione si è trovata davanti a un panorama sulla questione tanto grigio quanto possibilmente pericoloso per il futuro dell’amministrazione, con il consigliere comunale Michele Grimaldi che arriva a criticare a monte l’operato di Marra e Salvati, quando a novembre venne deliberata la prima proroga.

Il servizio è di Alfonso Romano