Angri. Comune: senza personale non garantita la procedura amministrativa

Angri. Comune: acquisizione dei beni al patrimonio, senza personale non garantita la procedura amministrativa

Angri paralisi amministrativa per mancanza di personale
Angri paralisi amministrativa per mancanza di personale

Angri. Comune: senza personale non garantita la procedura amministrativa

L’avvocato Michele D’Antonio denuncia alla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore l’omessa acquisizione dei beni al patrimonio del Comune. Nella dettagliata denuncia D’Antonio, riportata parzialmente dal quotidiano “La Città”, sottolinea “chiaramente e inequivocabilmente che in presenza di un abuso edilizio il dirigente dell’ufficio tecnico dell’Ente locale deve emettere ordinanza di demolizione in danno del trasgressore intimandogli il ripristino dello stato dei luoghi entro il termine perentorio di novanta giorni. In mancanza e lasso il termine predetto il bene, l’area di sedime, nonché quella necessaria alla realizzazione di opere analoghe a quelle abusive, sono acquisite di diritto gratuitamente al patrimonio del Comune”.

Conncetivia voucher 2,5

Comune, non garantita la procedura amministrativa

A seguito di tale denuncia l’ente, guidato dal Sindaco Cosimo Ferraioli, quasi colto impreparato, tramite la dirigente responsabile U.O.C. Promozione Sviluppo e Gestione Territoriale, l’ingegnere Flavia Atorino ha comunicato, sottoscrivendo una specifica nota, a tutti i soggetti chiamati in causa che: “come da pregresse reiterate relazioni, rimaste inevase, vista la complessità delle operazioni prodromiche che al provvedimento finale, questa U.O.C. non è in grado, per la grave carenza di personale acuitasi nel tempo, di assicurare il normale andamento della procedura amministrativa”.

La guerra fredda dei dirigenti

Una comunicazione sul filo dell’imbarazzo istituzionale che mette ancora una volta in evidenza lo stallo della macchina comunale e sembra prefigurare una sottile “guerra fredda” tra i dirigenti, per altro appena confermati nelle loro posizioni proprio dal criticatissimo sindaco Cosimo Ferraioli che sembra non avere più il controllo dell’ente. La mancanza di personale non deve comunque diventare alibi prevalente ed è su tale noto aspetto che l’amministrazione dovrebbe porre la sua azione per tentare di risolvere una crisi amministrativa ormai settennale dando precisi indirizzi politici. La mancata lavorazione della procedura mette chiaramente in risalto le carenze della macchina amministrativa che continua a non assicurare continuità procedurale dopo il riscontro degli abusi edilizi segnalati a seguito dei controlli della Polizia Locale e dei tecnici comunali.

Atto grave

Nella denuncia dell’avvocato Michele D’Antonio è chiaro il monito che qualora si possa manifestare: “l’inerzia del funzionario/dirigente e della classe politica e quindi dello stesso consiglio comunale, la funzione deterrente della sanzione acquisitoria” potrebbe incoraggiare “l’abusivismo edilizio (favoreggiamento)”. Il comune per il momento non pare abbia soluzioni immediate.

Luciano Verdoliva