Pompei. Consiglio comunale convocato a seguito diffida prefettura

Pompei. Il giallo del muretto in Via Moregine

 

 

La diffida della Prefettura  di Napoli d’approvare il consuntivo di bilancio entro il termine perentorio del 13 giugno non  lasciava spazio a manovre di sorta, di conseguenza il presidente del Consiglio Comunale, Giuseppe La Marca, si è visto costretto a fissare per oggi pomeriggio (6 giugno), alle ore 17, la prima data di convocazione del consiglio comunale (mentre la seconda convocazione è fissata per domani). L’elenco delle delibere all’ordine del giorno prevede, oltre al consuntivo, un’interrogazione consiliare, l’approvazione di alcuni debiti fuori bilancio e il regolamento per la pubblicità e la trasparenza, infine la modifica degli allegati della situazione patrimoniale dei titolari di cariche elettive di governo. La convinzione generale è che al centro della discussione odierna ci sarà il dibattito politico suscitato dal numero enorme di rettifiche al progetto  EAV (per l’eliminazione di passaggi a livello) dovute alle proteste di numerosi residenti di via Fucci e di via Crapolla (si parla di una sessantina) Si tratta di proprietari di beni immobili eccessivamente penalizzati dagli espropri previsti dal progetto urbanistico EAV. Sull’argomento si tornerà probabilmente in una seduta convocata per l’approvazione di una variante al progetto originario ma  appare molto probabile che l’opposizione approfitterà della seduta di oggi per tentare strappare in extremis alla maggioranza il consenso a ragionare sulla revisione radicale del progetto nella speranza di eliminare il disagio dei sottopassi.