Pagani. La città ricorda il sacrificio di Marco Pittoni (video)

Pagani. Tante preghiere ma anche momenti di riflessione e musicali hanno accompagnato la commemorazione di Pittoni

Pagani. La città ricorda il sacrificio di Marco Pittoni (video)

Una mattinata per ricordare il Tenente Marco Pittoni, carabiniere ucciso fuori servizio mentre provava a sventare una rapina all’ufficio postale di corso Ettore Padovano in Pagani. Tante preghiere ma anche momenti di riflessione e musicali hanno accompagnato la commemorazione di Pittoni. Nella mattinata di Lunedì 6 Giugno, data del quattordicesimo anniversario, si è tenuta all’interno della Chiesa SS. Corpo di Cristo la tradizionale celebrazione eucaristica in tributo al Tenente Pittoni, seguita poi dall’altrettanta tradizionale deposizione della corona di alloro davanti l’ufficio postale che il rappresentante dell’arma provò a difendere.

Le autorità

Con la presenza del Sindaco di Pagani Lello De Prisco e del vicesindaco Valentina Oliva, del Comandante Provinciale dei carabinieri di Salerno Gianluca Trombetti, il corteo si è spostato poi nei pressi dell’Auditorium Sant’Alfonso, con il teatro che ha ospitato un momento di ricordo costruito da istituzioni e non solo. Con la supervisione del presidio locale “Antonio Esposito Ferraioli” di Libera Contro Le Mafie, sul palco si sono avvicendati i saluti istituzionali ma soprattutto tante esibizioni da parte dei ragazzi frequentanti diversi luoghi di formazione presenti a Pagani, dall’IPSSEOA Pittoni al Liceo Scientifico Mons. Mangino, fino alla Scuola Media Statale “Criscuolo” e al Terzo Circolo Didattico, concludendo con la partecipazione speciale anche del neonato presidio di Libera Contro le Mafie di Agropoli intitolato proprio alla memoria del Tenente Marco Pittoni.

Le parole di De Prisco

“E’ stato un momento emozionantissimo, soprattutto perché ricordo da Sindaco il Tenente Pittoni per la prima volta davanti ad una platea bellissima di bambini e ragazzi.” Sono le parole del Sindaco di Pagani Lello De Prisco, che per la prima volta dopo il periodo pandemico riesce ad organizzare un momento largo e partecipato:” Marco era il loro capitano e non potevamo ricordarlo in maniera migliore”.

Il comandante Trombetti

Grande emozione anche per i rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri, con il Comandante Gianluca Trombetti che non si fa scappare nessun momento di commozione, anche se è evidente l’emozione nei suoi occhi:” Ho una figlia e ho riscoperto da poco un suo disegno di quando era piccola, nel quale disegnava la mia figura alla sua altezza, come fossi qualcuno eguale, raggiungibile. Proprio come successo oggi attraverso la lettera dedicata da un bambino al Tenente Pittoni.” Concludendo verso la platea:” Voi bambini avete un compito: fare in modo attraverso i vostri comportamenti che non ci sia più bisogno di spezzare una vita per la legalità”.

Il servizio è di Alfonso Romano e Tiziana Zurro