Pompei. Convenzione con l’India per accrescere il flusso turistico

 

 

Si apprende dai social che il sindaco di Pompei ha incontrato a Maiori un importantissimo operatore turistico indiano (Sanjay Narula) affascinato dalla storia di Pompei e dalla bellezza della costiera amalfitana, stipulando con lui (insieme al sindaco di Maiori) una convenzione turistica. Gli stessi social informano che Sanjav Narula ha girato l’intero territorio campano fino a sabato quando si è fermato in Costiera per assistere alla regata delle repubbliche marinare che si è svolta il giorno dopo. Quello tra il primo cittadino pompeiano e l’agente turistico indiano è stato “un incontro strategico per assicurare ai turisti indiani, ma non solo, il supporto delle istituzioni in un percorso di proficua collaborazione tra pubblico e privato con lo scopo di rendere ancora più attrattivo ed efficiente il nostro territorio”. E’ stato spiegato sul sito Facebook del Comune di Pompei, dove è stata anche spiegata la strategia dell’amministrazione per risollevare il turismo. Nella sostanza si vorrebbero intercettare nuovi flussi di turistici provenienti da paesi che, solitamente, non focalizzano l’attenzione sulle mete europee. Tra questi paesi c’è l’India che nell’ultimo decennio ha fatto quadruplicare i suoi arrivi in Italia (per esempio se 10 anni fa arrivavano 5 indiani a Pompei adesso ne arrivano 20). In particolare ci sarebbe la possibilità di fare dell’Italia (e di Pompei) una meta per viaggi di nozze collegati ai nuovi matrimoni indiani. Inoltre c’è un’opportunità in più per Pompei, collegata alla circostanza che la stagione principale delle  vacanze indiane si colloca tra aprile e luglio, con estensione a settembre, ottobre e novembre, quando si celebrano le maggiori festività hindu – tra cui il Diwali (la festa delle luci) e la natività del Mahatma Gandhi (2 ottobre) – in quei periodi (insieme di marzo) cadono la maggior parte dei matrimoni. Lo stesso periodo è di bassa stagione a Pompei per cui sindaco ed amministrazione comunale puntano  ad intercettare nuovi flussi turistici ed occupare le camere d’albergo 365 giorni l’anno.

Conncetivia voucher 2,5