Scafati. Adozione degli spazi verdi, c’è la manifestazione d’interesse

Scafati. Manutenzione aree verdi comunali, pubblicata la manifestazione d'interesse per l’affidamento del servizio tramite sponsorizzazione

Scafati. Adozione degli spazi verdi, c'è la manifestazione d'interesse
Aiuole stradali

Scafati. Manutenzione aree verdi comunali, pubblicata la manifestazione d’interesse per l’affidamento del servizio tramite sponsorizzazione. Gli interessati potranno presentare la propria manifestazione d’interesse a decorrere da oggi fino al 15 settembre. Le domande pervenute saranno esaminate da una apposita commissione che sarà costituita alla scadenza dell’avviso.

E’ stato pubblicato all’albo pretorio e sul sito web dell’Ente l’avviso per la manifestazione di interesse al servizio di manutenzione di aree verdi di proprietà comunale attraverso sponsorizzazione. Con delibera di Consiglio Comunale n.17 del 09.03.2022 era stato approvato il Regolamento Comunale per la salvaguardia del verde pubblico e privato che prevede, all’articolo 6, la possibilità per l’Ente di procedere, con lo strumento dell’adozione e della sponsorizzazione, “ad affidare a persone fisiche o giuridiche, previo espletamento delle procedure previste dalle normative vigenti, l’esecuzione degli interventi agronomici sulle aree di verde pubblico, nonché la realizzazione di interventi di sistemazione a verde, di manutenzione, di arredo urbano e di strutture finalizzate all’utilizzo del verde in generale”.

Conncetivia voucher 2,5

Le aree verdi interessate

Di seguito sono elencate le aree verdi di proprietà comunale la cui manutenzione potrà essere affidata ai privati, attraverso sponsorizzazione, come disposto con delibera di Giunta n.139 del 25.05.2022: Isola spartitraffico incrocio via Nazionale – via Martiri d’Ungheria; Isola spartitraffico incrocio via Domenico Catalano – via G. e B. Casciello; Isola spartitraffico incrocio via Alcide De Gasperi – via Poggiomarino; Area a verde incrocio via Nazionale – via Marconi; Area scarpata Cavalcaferrovia Moscati prospiciente via Alcide De Gasperi; Largo Benevento e Largo Avellino presso palazzine INA CASA di via Martiri d’Ungheria; – Aiuole presenti su via Martiri d’Ungheria; Aiuole presso piazza Genova; Area a verde attrezzato Baden Powell di via Genova; Aiuola incrocio via Alcide De Gasperi – via Genova; – Aiuola Largo Nappi; Aree a verde via Abate Cuomo; Aree a verde presso palazzine I.A.C.P. località Mariconda.

Salvati: “Una procedura innovativa”

“Si tratta di una procedura del tutto innovativa – ha dichiarato il Sindaco Cristoforo Salvati – che ci consentirà di avvalerci della collaborazione di enti di diritto pubblico e privati cittadini per la manutenzione di aiuole, isole spartitraffico e di aree verdi di proprietà comunale grazie allo strumento della sponsorizzazione. Le domande che perverranno saranno valutate da un’apposita commissione che sarà costituita alla scadenza dell’avviso. Ai soggetti a cui sarà affidato il servizio per un periodo di tre anni decorrenti dalla data di sottoscrizione della convenzione sarà riconosciuto un ritorno d’immagine diretta grazie all’esposizione di cartelli informativi pubblicitari all’interno dell’area”. Gli interessati potranno presentare la propria manifestazione d’interesse a decorrere dalla data di pubblicazione del presente avviso e sino al 15.09.2022 compreso. La domanda dovrà pervenire esclusivamente a mezzo PEC all’indirizzo protocollo.scafati@asmepec.it.

Porpora

“E’ a tutti ben nota la situazione finanziaria dell’Ente – ha spiegato il Vice Sindaco Serena Porpora, con delega al Verde pubblico – che non ci consente di poter coprire i costi previsti per garantire una manutenzione costante e capillare di tutte le aree verdi di proprietà comunale. L’affidamento ai privati tramite sponsorizzazione ci permetterà di superare questa criticità e di assicurare la tenuta delle nostre aiuole e di tutte le piccole aree verdi presenti sul territorio, avvalendoci allo stesso tempo della collaborazione dei cittadini, che in tal modo si sentiranno partecipi della gestione del patrimonio comunale”.