Rubavano champagne per decine migliaia di euro, due arresti

Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Si sarebbero resi responsabili di almeno tre furti di costose bottiglie di champagne, altre bevande

Pompei. I
Polizia

Rubavano champagne per decine migliaia di euro, due arresti. Nel Casertano. In carcere due giovani albanesi

Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Si sarebbero resi responsabili di almeno tre furti di costose bottiglie di champagne, altre bevande e contanti per un valore complessivo di quasi 200mila euro i due albanesi di 24 e 28 anni arrestati a Santa Maria Capua Vetere dalla Polizia di Stato; i due sono finiti in carcere con l’accusa di rapina e furto pluriaggravati. Le indagini che hanno portato all’arresto dei due stranieri sono partite dopo un furto avvenuto la notte del 26 giugno scorso a Capodrise, ai danni di un esercizio di distribuzione; i ladri, è emerso, sono penetrati attraverso un foro praticato nel muro dell’attività, hanno aggredito a calci e pugni il custode e si sono impossessati di bottiglie di champagne per un valore di quasi 70mila euro.

Conncetivia voucher 2,5

Gli accertamenti

Dagli accertamenti effettuati dai poliziotti del Commissariato di Marcianise e della sezione antirapina della Squadra Mobile di Caserta, sono emerse le analogie con altri due furti avvenuti sempre a giugno in attività di vendita di bevande, in particolare con un furto consumato il 4 giugno nella stessa azienda, quando i ladri si sono introdotti nel magazzino dopo aver forzato una finestra e hanno rubato bottiglie di champagne per 30mila euro e contanti per 20mila euro.

Similitudini sono state riscontrate anche con un raid avvenuto l’11 giugno a Portico di Caserta in un noto locale, quando ignoti hanno rubato bottiglie di champagne per 58mila euro e 6mila euro in contanti. I due albanesi, subito sospettati, sono stati identificati dopo una perquisizione nella loro abitazione, in cui sono stati rinvenuti gli indumenti usati durante l’azione criminosa e prodotti rubati; dall’analisi dei cellulari è poi emerso che i due, durante i furti, erano nei pressi delle aziende derubate.

ANSA