Scafati. Dal Prefetto lo stop alle gare sportive in strutture inagibili. Rischia anche la Scafatese calcio

Le partite della Scafatese Calcio allo stadio Vitiello, e dello Scafati Basket al Palamangano, sono state fino ad oggi autorizzate ricorrendo all’ordinanza in deroga, stigmatizzata oggi da Prefettura e Questura.

Stop alle “ordinanze in deroga” per lo svolgimento di gare sportive in strutture non completamente a norma. Arriva dal Prefetto di Salerno Francesco Russo un freno all’abitudine dei sindaci di autorizzare le gare in strutture non agibili, andando in “deroga” per motivi di ordine pubblico. “E’ stato rilevato che alcuni incontri di calcio sono stati autorizzati dal sindaco con apposita ordinanza in deroga” scrive il Prefetto nella missiva, richiamandosi ad una evidenza posta dal Questore di Salerno. “Nel corso di verifiche amministrative attinenti all’impianto sportivo, è emersa una carenza documentale che si ripercuote negativamente sulla sicurezza dello stesso” viene precisato, ragion per cui per la prossima stagione sportiva “si rende necessario acquisire notizie sullo stato dei campi di calcio e segnatamente la documentazione connessa all’agibilità dell’impianto sportivo”. E’ quanto accade anche a Scafati, dove sia le partite della Scafatese Calcio allo stadio Vitiello, che quelle dello Scafati Basket al Palamangano, sono state fino ad oggi autorizzate ricorrendo all’ordinanza in deroga, stigmatizzata oggi da Prefettura e Questura. Ordinanze nelle quali vengono autorizzate le gare nei limiti della capienza massima e nelle more delle autorizzazioni definitive degli enti preposti. Da Salerno si invita a trasmettere pertanto gli atti e i provvedimenti adottati per consentire la disputa in tali impianti delle gare relative ai prossimi campionati. Tale lettera giunge in contemporanea con il comunicato dello Scafati Basket, nel quale si chiede all’amministrazione guidata da Crisotforo Salvati di accelerare le procedure per l’adeguamento e la definitiva agibilità del Palamangano, onde permettere alla blasonata società di disputare in casa, e non al Palabarbuto di Napoli, le gare del campionato di serie A1, nel quale è stata appena promossa. “E’ volontà di questa amministrazione che le partite di basket siano disputate a Scafati – spiega Camillo Auricchio, assessore a Manutenzione e Patrimonio – come Giunta deliberemo la massima priorità per tale incombenza, così da dare precise direttive agli uffici, che pure già sono operativi”. Una delibera che è arrivata ieri pomeriggio. Per l’adeguamento del Palamangano da 2000 a 3500 posti si attende il via libera al progetto da parte dei Vigili del Fuoco, per l’agibilità dello stadio comunale “Giovanni Vitiello” si stanno portando a termine piccoli lavori propedeutici alla Scia. Fatto salvo i tempi burocratici, da Palazzo Mayer rassicurano sullo stato avanzato delle procedure. “Facciamo un appello al Sindaco e alla sua Giunta: meno foto, meno attribuzioni di meriti altrui, e più lavoro per la città e per ciò che rende orgogliosa tutta la nostra comunità”, il monito dei consiglieri comunali Michele Russo, Michele Grimaldi, Michelangelo Ambrunzo e Alfonso Carotenuto.
Adriano Falanga

Conncetivia voucher 2,5