Scafati. Il paradosso della rassegna estiva: esiste, senza un calendario

Causa bilancio previsionale l'amministrazione Salvati non può ufficializzare la rassegna estiva, che nel frattempo parte senza calendario (e fondi).

Scafati. Il paradosso della rassegna estiva: esiste, senza un calendario

Il paradosso della rassegna estiva scafatese, annunciata in occasione di diversi eventi ma senza che ci sia ancora un calendario ufficiale con fondi stabiliti. E’ possibile vedere negli ultimi giorni nelle pagine social dell’amministrazione comunale del sindaco Cristoforo Salvati una serie di eventi facente parti della “rassegna estiva scafatese”. Eventi culturali popolari e molto interessanti come il concerto “Pure Music Art”  a Parco Wenner , che per l’occasione sarà aperta di sera, oppure l’evento teatrale “E’ Asciuto Pazzo o Parrucchiano”. Ciò che però nella comunicazione di entrambi gli eventi viene specificato è la rassegna estiva “in definizione”, visto che non è uscito ancora in nessun luogo la lista degli eventi patrocinati sotto la cornice culturale estiva. Una situazione questa quanto mai contradditoria per sua ovvia natura, visto che le richieste pervenute entro il termine iniziale del 6 Giugno sono state poi raccolta in una presa d’atto delle richieste provvisorie, senza che queste siano mai state calendarizzate. Ciò che manca è una delibera di giunta promossa dall’assessore delegato alla Cultura Nunzia Di Lallo, la quale si ritrova al momento bloccata per via di un bilancio previsionale da approvare, sempre di sua delega, che condiziona le possibilità di spesa per i prossimi due mesi, che intanto passano. Confusione che ha così prodotto difficoltà sia agli uffici comunali che alle stesse associazioni, creando dei veri e propri mostri burocratici. Perché se da un lato esistono eventi  patrocinati e sponsorizzati, esistono altri eventi svolti negli ultimi giorni che non hanno ricevuto nessun patrocinio, costringendo gli associati a dover sobbarcarsi spese personali in più. E’ il caso degli eventi organizzati dall’associazione Arci Cortocircuito e 4Real a Piazzetta Sansone lo scorso primo e otto luglio. Le due date sono parte delle richieste di patrocinio presentate al comune, ma ignorate nonostante la presentazione regolare delle proposte, vista la mancata redazione del calendario culturale.

Conncetivia voucher 2,5
Striscione affisso il 31 Maggio 2022

“Sarebbe bene che il comune si decidesse davvero a fare una programmazione culturale con le associazioni del territorio, senza costringerci ogni volta a rincorrere delibere dell’ultimo minuto. A fine maggio in occasione di un consiglio comunale chiedevamo attivazione, siamo rimasti inascoltati.” Sono le parole del presidente di Arci Cortocircuito, anche coordinatore del Forum dei Giovani, che spiega tutte le difficoltà avute in queste settimane per via della confusione generata dalla mancata rassegna estiva:” Avevamo presentato per questi giorni eventi a piazzetta Sansone e nel campetto di basket di Parco Wenner, e se per quest’ultimo con grande fatica siamo riusciti ad avere un patrocinio, non legato alla rassegna estiva, gli eventi in Piazzetta Sansone non sono riusciti ad avere nessun supporto, costringendoci alle spese del caso a prescindere da qualsiasi promessa istituzionale”.