Covid. Molte le richieste della quarta dose ma va tenuto conto del periodo estivo

Molte le richieste per quanto riguarda l'inoculazione della 4° dose del vaccino anti-Covid. Anche over 60 oltre ai sessantenni

Covid. Molte le richieste della quarta dose ma va tenuto conto del periodo estivo

Dopo un periodo di stallo sono molte le richieste per coloro che vogliono farsi la quarta dose. Le richieste sono provenienti anche dagli under 60 oltre che dai sessantenni

Conncetivia voucher 2,5

Aumentano le richieste per quanto riguarda l’inoculazione della quarta dose del vaccino anti-Covid. Bisogna però tenere presente che, essendo in pieno periodo estivo, potrebbero esserci delle problematiche per quanto riguarda la riduzione del servizio.

Quando si pianificano campagne vaccinali, precisa Scotti, “bisogna capire come e’ organizzato il servizio di cui si dispone: molti medici di famiglia sono in ferie o stanno per andarci, e il sostituto non ha la possibilità di accedere alla piattaforma vaccinale, quindi non può somministrare il secondo booster”.

Quanto alle dosi disponibili, “considerando che i vaccini a mRNA vanno conservati a temperature molto basse che i frigo dei medici di famiglia non possono garantire per periodi troppo lunghi – precisa – non abbiamo molte dosi in giacenza, ma ci riforniamo secondo i consumi, richiedendole ai dipartimenti di prevenzione. Normalmente comunque arrivano in tempi strettissimi, nell’arco di un paio di giorni”. Nel mio studio a Napoli, precisa, “ho avuto molte richieste già da stamani, da parte di molti over 60 che, a fronte delle notizie sulla diffusione di Omicron, erano già disponibili a farla nelle passate settimane, ma noi non potevamo somministrargliela. Al di fuori delle fasce di eta’ indicate, infatti, la vaccinazione col secondo booster è prevista solo per soggetti molto fragili, come scompensati gravi, diabetici complicati, leucemici, oncologici”.