Napoli. Al via il restyling per tre ospedali del centro storico

Via a restyling per Incurabili, Annunziata e S. Gennaro Progetti per 162 milioni da Regione per tre ospedali nel centro storico di Napoli

Napoli. Al via il restyling per ospedali del centro storico

Un investimento di 162 milioni di euro per ristrutturare e mettere in piena attività tre luoghi storici della sanità nel centro storico di Napoli. Gli ospedali in questione sono: gli Incurabili, il San Gennaro dei Poveri e l’Istituto Santissima Annunziata. Verranno rafforzati anche i rispettivi rioni come quello di San Lorenzo, Forcella e la Sanità.

Conncetivia voucher 2,5
  • Il San Gennaro dei Poveri

I lavori previsti al San Gennaro dei Poveri porteranno a una grande Casa della Salute, con un reparto di diagnostica per immagini, ambulatori specialistici, ufficio per servizio di assistenza domiciliare, Cup, punto prelievi. L’ospedale avrà anche venti posti letto territoriali, 10 posti letto per il Suap (Speciale Unità di Accoglienza Permanente), 10 posti letto per l’hospice e 18 in una struttura intermedia residenziale, per un totale di 58 posti letto nella struttura che in totale è di 10.600 metri quadrati.

  • Gli Incurabili

L’Ospedale degli Incurabili invece avrà un restyling che costerà 106.8 milioni. La nuova Casa della Salute degli Incurabili si sviluppa sui 24.530 metri quadrati che prevede una casa della comunità con impianti per la diagnostica per immagini, ambulatori specialisti, cup, punto prelievi e coordinamento di assistenza domiciliare. Prevista anche una ristrutturazione e valorizzazione del Museo delle Arti Sanitarie, della Farmacia Settecentesca, della Biblioteca e della Digital Innovation Hub.

  • Istituto Santissima Annunziata

Nell’area tra Forcella e la Duchesca l’antico ospedale della Santissima Annunziata diventerà, con 27,5 milioni di investimento, un istituto ospedaliero infantile, modernizzando la ruota dei bimbi esposti, storico pezzo della città. Gli 11.300 metri quadrati dell’ospedale includeranno un punto pediatrico in pieno centro con diagnostica per immagini, ambulatori specialistici, punto prelievi e continuità assistenziale. L’ospedale pediatrico avra’ 20 posti letto, il day hospital 18, il day surgery 22 posti. Ci sarà anche una centrale operativa territoriale.