Scafati. Tornano in festa le celebrazioni della Madonna delle Vergini

Dopo due anni di interruzione per via della pandemia di covid-19, la città di Scafati abbraccia la sua protettrice, portata in processione in centro città, a Palazzo Mayer e a Parco Wenner.

Scafati, iniziate le celebrazioni in onore di Santa Maria delle Vergini con il ritorno dopo due anni della processione, l’unica dell’Agro. Una piazza gremita ha accolto l’uscita della statua della protettrice della città scafatese, dando così inizio alle celebrazioni che si prolungheranno fino alla fine del mese. Tantissima l’emozione tra la cittadinanza, con tanti devoti che aspettavano il ritorno della funzione religiosa dal periodo prepandemico. La processione ha toccato le strade del centro storico, passando per il municipio e concludendo il suo percorso dopo il passaggio a Parco Wenner, preceduto da un momento di preghiera e discussione nel quale religione e politica insieme hanno tributato l’immagine della Santa Maria delle Vergini. “È una grande gioia, era da due anni che non si faceva la processione, che ci prepara a 9 giorni di preparazione verso la celebrazione. È la mia ventiseiesima festa, ma sempre mi colpisce che siamo l’unico comune dove la Madonna visita la casa comunale fino ad entrarci dentro.”  Sono le parole del parroco della chiesa di Santa Maria delle Vergini Don Giovanni De Riggi, che dopo aver sottolineato l’importanza della manifestazione si concentra sul valore simbolico della statua:” La devozione alla Madonna è tutt’uno con la città di Scafati, viviamo in un tempo dove l’appartenenza viene sempre meno, però è importante fare memoria della nostra identità attraverso il suo patrimonio culturale”.

Conncetivia voucher 2,5

Parole di tributo importanti anche per il sindaco di Scafati Cristoforo Salvati, che inizia ringraziando il grande coordinatore di questa rassegna religiosa:” Un grazie a Don Giovanni De Riggi, uomo che per oltre venti anni con la sua integrità ha difeso la sua comunità parrocchiale, onorando sempre al massimo la Madonna delle Vergini”. Dopodiché il primo cittadino all’interno del suo intervento sul palco fuori Palazzo Mayer analizza lo stato della città dopo due anni di interruzione della festa:” Abbiamo attraversato tutti un momento complesso. Il covid in sé, ma anche il senso di isolamento che è ne scaturito. Bisogna ricostruire insieme, parrocchie, politica e associazioni realtà di solidarietà. La risalita di questa città passa per lo slancio morale e culturale che Scafati deve vivere. Stiamo andando avanti verso un futuro roseo, il passaggio della Madonna a Palazzo Mayer ci riempie di entusiasmo e ci dà forza maggiore rispetto i nostri impegni politici.” E concludendo con un messaggio politico importante verso la sua maggioranza, impegnata ad affrontare l’ennesima crisi:” Chiedo alla parte politica maggiore appartenenza, solo attraverso il duro lavoro e capacità di fare squadra riusciremo a superare il tutto, aiutati dalla Madonna nostra ispirazione e identità”.