Nocera Inferiore (SA). Domani il convegno del Consorzio di Bonifica

Il convegno, voluto fortemente dal sindaco di Salerno, è organizzato dalla Fai Clsl Nazionale.

Salerno. Domani il convegno del Consorzio di Bonifica

Domani è previsto il convegno del Consorzio di Bonifica organizzato dalla Fai Cisl Campania.

Conncetivia voucher 2,5

L’appuntamento voluto dal sindacato, infatti, si terrà nei locali del Consorzio di Bonifica Integrale del Comprensorio Sarno. L’evento sarà strutturato in vari momenti, dopo i saluti di Mario Rosario D’Angelo, commissario del Consorzio di Bonifica Integrale del Complesso di Sarno ci sarà un introduzione a cura di Bruno Ferraro, segretario generale della Fai Cisl Campania. Alle 1.015 è previsto l’intervento di Vito Busilio, presidente dell’Anbi Campania. e alle 10.30 della professoressa Teresa Del Giudice dell’Università Federico II di NapoliAlle 11, invece interverrà l’assessore regionale all’Agricoltura, Nicola CaputoAlle 11.15 si terranno gli interventi degli stakeholder e alle 12.30 sono previste le conclusioni a cura di Onofrio Rota, segretario generale della Fai Cisl NazionaleModererà l’incontro Raffaella Buonaguro, segretaria della Fai Cisl Nazionale.

Si tratta di Enti importanti e dal momento che in questi giorni c’è anche molta siccità, quello che ne risente è il settore agricolo. Come sindacato riteniamo che il problema dei consorzi di bonifica deve essere considerato come un problema integratoUn sistema integrato dove ognuno per la sua parte deve fare le proprie attività per fare sì che non ci siano danni al sistema all’ambiente perché vengono decimate in caso che permettono anche di consegnare l’acqua all’irrigazione.

  • Il ruolo della Regione nei Consorzi campani

La Regione ha un ruolo importante dal momento che i consorzi campani che sono oggi regolati da una legge vecchia, la numero 4 del 2003, che non dà più ai Consorzi quelle garanzie economiche e giuridiche per fare bene il proprio lavoro sul territorio. Proprio il territorio rappresenta un elemento di sviluppo indispensabile per l’attività del nostro paese dal punto di vista del lavoro agricolo e della messa in sicurezza dello stesso.

Nella riforma quindi si chiede che ci siano dei ragionamenti che hanno una direzione unica verso un’agricoltura sostenibile, una agricoltura che sia di qualità. La segretaria della Fai Cisl Nazionale, Raffaella Buonaguro, infatti ha sottolineato che l’obiettivo è quello di richiamare la politica campana per mettere a centro le attività degli Enti di Bonifica.