Angri. Passaggio a livello pericoloso. Il comune scrive a R.F.I.

Angri. Passaggio a livello pericoloso. L’UOC Lavori Pubblici scrive al gestore della Rete Ferroviaria Italiana, in seguito alle numerose segnalazioni

Angri passaggio a livello pericoloso
Angri passaggio a livello pericoloso

Angri. Passaggio a livello pericoloso. Il comune scrive a R.F.I.

Passaggio a livello pericoloso. L’UOC Lavori Pubblici scrive al gestore della Rete Ferroviaria Italiana, in seguito alle numerose segnalazioni fatte da pedoni e cittadini residenti circa il cattivo stato dell’attraversamento pedonale del passaggio a livello di Corso Vittorio Emanale lungo la tratta Napoli-Battipaglia (RFI). Nella lettera inviata a R.F.I. vengono segnalati tutti gli inconvenienti.

Conncetivia voucher 2,5

Attraversamento pericoloso

Dalle chiazze di olio persistenti sulla sede stradale al dissesto del suolo di calpestio realizzato sull’attraversamento pedonale del passaggio a livello, corrispondente alla stazione ferroviaria situazione che costituiscono un serio pericolo per la pubblica e privata incolumità.

Manca il sovrappasso

Il comune invita R.F.I. “a intervenire in tempi strettissimi, evidenziata la pericolosità, al fine di evitare responsabilità derivanti dalla mancata applicazione dei protocolli di sicurezza”. Il passaggio a livello di Corso Vittorio Emanuele da tempo, ormai, destinato temporaneamente, nei progetti del gestore di rete, solo all’attraversamento pedonale sarebbe in attesa del completamento lungo la rete del sistema dei sottopassi e dei sovrappassi che proprio lungo questo tratto ha subito un inspiegabile arresto.

Il progetto

Il sistema dei sovrappassi, realizzato da Rete Ferroviaria Italiana, del gruppo FS, integra le opere di viabilità alternativa che già ad aprile 2019 hanno consentito di chiudere definitivamente alcuni passaggi a livello tra Angri e Scafati in Via Palmentello e Via Pizzone Salice. Interventi che rientravano nel programma che R.F.I. avrebbe dovuto completare per eliminare definitivamente i passaggi a livello nei comuni di Angri e Scafati, per un impegno economico complessivo di circa 17 milioni di euro e che su Corso Vittorio Emanuele resta ancora fermo al palo.

Luciano Verdoliva