Scafati. Aperta da Autostrade, chiusa dal comune di Scafati, ecco il destino della bretella M3 in Via Sant’Antonio Abate

Pronta ad aprire anche nel senso di uscita la bretella che collega via Sant'Antonio Abate con la ss268 e l'A3, ma il comune chiuderà l'opera per mancanza di sicurezza.

Via Sant’Antonio Abate, Autostrade pronta ad aprire lo svincolo in entrata verso la ss268 e l’A3, ma il Comune di Scafati bloccherà tutto finché non sarà costruita la rotonda propedeutica alla messa in sicurezza dell’incrocio. Continua la situazione di stallo burocratico all’interno dello svincolo in contrada Cappelle, con i lavori di apertura in entrata conclusi da parte delle ditte appaltatrici, ma mancano le opere urbanistiche necessarie che il Comune di Scafati avrebbe dovuto mettere in campo. Infatti è stata previsto all’interno del piano urbanistico che coinvolge anche i comuni di Angri e Sant’Antonio Abate la costruzione di una rotatoria da parte di Palazzo Mayer per garantire un transito sicuro dei veicoli, in particolare degli automezzi. Autostrade è pronta per aprire ma della rotatoria non c’è traccia, e per questo che esiste il rischio, reale e conclamato, che l’uscita verrà subito chiusa dallo stesso Comune di Scafati. A spiegare la situazione ci pensa l’assessore alla viabilità Alfonso Di Massa, che sottolinea come:” Stiamo andando avanti con le pratiche necessarie per la costruzione della rotatoria, che ci preclude l’apertura della bretella in entrata. Il comandante della Polizia Locale Salvatore Dionisio ha difatti dato parere negativo all’apertura dell’incrocio senza nessun tipo di infrastruttura che possa proteggere gli utenti”. La situazione è estremamente delicata, e dall’emergenza si sono pensate soluzioni intermedie, considerate alla fine vane. “C’era l’idea di installare degli impianti semaforici, ma il costo non vale la candela visto il poco spazio che comunque attualmente c’è a disposizione. Ci sarebbe bisogno di ulteriori investimenti sulle opere, ma nonostante i finanziamenti attivi le casse languono”. I cittadini del luogo sono però innervositi dalla situazione di stallo nonostante un incontro specifico avvenuto tra il comitato di contrada Cappelle e il sindaco di Scafati Cristoforo Salvati qualche settimana fa.” Durante i festeggiamenti della festa patronale non entro in conflitto con il Sindaco, per una questione di stile. Ricordo al dott. Salvati però, che dopo oltre un mese dall’incontro con i cittadini di Cappelle, non abbiamo visto un solo atto amministrativo coinvolgere la contrada.” Sono le parole di Walter Casciello, uno dei portavoce dei cittadini dell’area, che utilizza parole molto forti :”Nessuna determina sulla piazzetta, sull’apertura della bretella autostradale, sul rifacimento del manto stradale, sulla problematica dei mezzi pesanti… il tempo della campagna elettorale è finito, siamo pronti ad uno scontro civile”.

Conncetivia voucher 2,5