Il consigliere di opposizione D’Alessandro mostra perplessità su alcuni procedimenti

Giovanni D'Alessandro, consigliere di opposizione, mostra perplessità su alcuni procedimenti.

Il consigliere di opposizione D'Alessandro mostra perplessità su alcuni procedimenti

Com’è noto, quando le strutture comunali vengono richieste in uso da parte di enti, associazioni, istituti o privati, i dirigenti, ma anche gli assessori al ramo, devono assicurare che i relativi regolamenti per la concessione siano rispettati.
Non sarebbe ammissibile, infatti, che per alcuni eventi venissero fatte delle eccezioni. Eccezioni, che se confermate, potrebbero anche avere rilevanza per il controllo contabile della Corte dei Conti.
I poteri di gestione del dirigente sono a tal punto ampi da essere agevolmente verificata dalla Corte dei Conti l’accusa di responsabilità per danno erariale per erronee opzioni organizzative qualora, a causa di inadempimenti, siano violati doveri inerenti a una gestione efficace ed efficiente delle strutture e dei beni comunali rientranti negli ambiti dirigenziali.
L’utilizzo del Castello del Parco, in tal senso, per gli eventi a pagamento, in passato, non è stato mai concesso gratuitamente. Sorge il dubbio, però, che così non sia stato anche per gli eventi del 20 e 24 luglio scorso, come da talune segnalazioni ricevute dai cittadini di Nocera Inferiore.
A tale riguardo, dunque, occorrerà chiarire se le ricevute di pagamento e le relative causali sono state esibite e prodotte prima dell’ottenimento della concessione. E se la concessione è stata rilasciata rispettando le norme regolamentari in vigore.
Nello specifico, il Regolamento per la concessione in uso del Castello del Parco e delle aree esterne di pertinenza – è bene ricordarlo – prevede che la gratuità della struttura possa essere concessa solo a giudizio insindacabile dell’Amministrazione comunale (art.14), non del dirigente e né dell’assessore.
Pertanto, in risposta alle istanze ricevute dai cittadini, chiederò ufficialmente l’elenco degli eventi (con relative autorizzazioni) realizzati da gennaio a luglio 2022 nelle strutture comunali (Teatro Diana, Castello del Parco, Palazzetto dello sport, Sala polifunzionale, ecc) per verificare se i regolamenti siano stati rispettati e se gli eventi che sono stati segnalati erano effettivamente autorizzati da un regolare atto amministrativo e non da una semplice ed illegittima direttiva.

Conncetivia voucher 2,5