Sarno. In consiglio comunale surroga e riequilibrio di bilancio (video)

Sarno. Diversi i punti all’ordine del giorno, tra cui l’insediamento della nuova consigliera Maura Falciani e il riconoscimento dei debiti fuori bilancio

Sarno. In consiglio comunale surroga e riequilibrio di bilancio (video)

Al consiglio comunale che si è celebrato lo scorso pomeriggio presso Palazzo San Francesco, sede dell’Ente comunale della città di Sarno erano diversi i punti all’ordine del giorno, tra cui l’insediamento della nuova consigliera, Maura Falciani, la quale ha sopperito al vuoto in maggioranza lasciato dall’ormai assessore Antonio D’Angelo, il riconoscimento dei debiti fuori bilancio, e la nomina dei componenti della Consulta ambiente e salute. Per la nuova consigliera sarà fondamentale l’impegno nel rivolgere “un’attenzione particolare ai giovani e alla socialità, con annesse progettualità affinché possano venirsi a creare delle nuove opportunità, anche per ciò che concerne il lavoro futuro, partendo dalla problematica dell’abbandono della scuola, disagio che si è acuito maggiormente durante il periodo di pandemia”.

Conncetivia voucher 2,5

Il riequilibrio di bilancio

Sebbene il consesso sia stato animato, nelle prime battute, da una querelle tra maggioranza e opposizione che ha visto alcuni dei componenti della minoranza abbandonare l’aula, il consiglio si è avviato in maniera scorrevole e concisa verso la conclusione, con l’approvazione del riassestamento generale di riequilibrio del bilancio, “che va a regolamentare, così come dice la norma, entro il 31 luglio ciò che è stato fatto nel bilancio di previsione 2022 – 2024”, spiega l’assessore al ramo, Francesco Squillante. La modifica riguardava la variazione di bilancio attraverso la ratifica di un atto di deliberazione di Giunta, che permetterà di integrare l’importo da corrispondere per il riavvio dell’attività della zona PIP, e delle somme in entrata per alcuni progetti per il finanziamento di alcuni progetti di riqualificazione di alcune aree cittadine.

Debiti fuori bilancio

Riconosciuti anche alcuni dei debiti fuori bilancio, i quali erano stati inseriti tra i punti all’ordine del giorno, la maggioranza ha optato per il rinvio della nomina dei componenti della Consulta ambiente e salute, per far sì che anche l’opposizione potesse aver modo di proporre, anche dal canto suo, delle nomine così come previsto dalle regolamentazioni in materia.

Il servizio è di Carmela Landino