Avvistata lontra marina. Buona notizia per l’ecosistema del mare salernitano.

Il mammifero in via di estinzione è stato avvistato nell'area marina protetta di Santa Maria di Castellabate.

lontra avvistamento area marina protetta

Il piacevole incontro nel Cilento

Ad avere il fortunato incontro è stata una famiglia in vacanza nel paese di “Benvenuti al Sud” che, mentre passeggiava sul lungomare, ha scorto l’insolito animale tra gli scogli. Un avvistamento inusuale in quelle zone ma di grande importanza perchè la lontra marina, specie tutelata, è di aiuto nella lotta ai cambiamenti climatici.

Ruolo di protezione dell’ecosistema

Presente soprattutto in Canada e Alaska, la popolazione di lontre è oggi ridotta a poche migliaia di esemplari e merita un’attenzione particolare. Secondo uno studio scientifico, questo esemplare avrebbe un ruolo fondamentale nella protezione degli ecosistemi e nella mitigazione delle emissioni di CO2 grazie alla sua alimentazione e al ruolo fondamentale che ha nel processo di assorbimento di carbonio.

La lontra e la biodiversità

Si nutrono principalmente di ricci di mare, mitigando così la loro presenza nell’ecosistema. E’ proprio l’abbondanza dei ricci ad impoverire la biodiversità dei fondali e a far diminuire la presenza di alghe, importantissime per assorbire carbonio. Le lontre, mangiando i ricci, permettono che non ci sia troppo squilibrio negli ecosistemi marini, consentendo così alle alghe di svolgere la loro funzione.

Cilento: fondali da tutelare e preservare

L’ Area Marina Protetta del Cilento si riconferma habitat ideale per specie animali e vegetali che necessitano di ecosistemi incontaminati e puri. “Castellabate si foggia di un lustro nuovo: nei suoi fondali, nella sua area marina protetta, vivono le lontre di mare. Salubrità dell’aria, purezza e limpidezza delle acque rendono Castellabate meta ambita anche da questi rari animali! Speriamo possano regalare a tante altre persone l’emozione di questi incontri da vicino” dichiara il sindaco Marco Rizzo.