Diocesi Nocera Inferiore – Sarno. Arrivano i nuovi parroci.

Le nomine indicate dal Vescovo riguardano Nocera Inferiore, Sarno e Scafati dove al Santario di Bagni arriva don Domenico Cinque in sostituzione dei frati francescani.

Don Domenico Cinque
Don Domenico Cinque

Le nomine

Nel giorno in cui la Chiesa celebra la memoria di san Giovanni Maria Vianney, Parroco Santo, il Vescovo della Diocesi Nocera Inferiore – Sarno Mons. Giuseppe Giudice  ha comunicato le nomine dei nuovi sacerdoti che riguardano le parrocchie di Nocera Inferiore, Sarno e Scafati

Conncetivia voucher 2,5

I nuovi parroci

Parroco della parrocchia Cattedrale di San Prisco in Nocera Inferiore, sac. Vincenzo Spinelli; Parroco della parrocchia Santa Maria dei Bagni in Scafati, sac. mons. Domenico Cinque; Amministratore Parrocchiale della parrocchia di Sant’Alfonso Maria de Liguori in Sarno sac. Giuseppe Danese.

L’inizio del ministero è previsto dal mese di settembre.

Il malcontento della comunità di Bagni che perde i frati francescani

In riferimento alle nomine, si è concretizzato, per la comunità di Scafati, il triste epilogo: dopo oltre novant’anni, infatti, il Santuario di Santa Maria dei Bagni perde i frati francescani. La comunità della contrada di Bagni aveva espresso il suo disappunto per la decisione che il padre provinciale frate Antonio Ridolfi, responsabile della provincia salernitana lucana, aveva preso di concerto con il vescovo della diocesi di Nocera Sarno, di affidare il Santuario ad un sacerdote. A nulla sono valsi incontri e proteste. La decisione di “sostituire” i francescani è stata presa per mancanza di frati che possano tenere aperti tutti i conventi dell’estesa provincia.

Le parole del Vescovo

Nel comunicare le nomine, così Mons. Giudice si rivolge ai fedeli: “Mentre ringrazio per il lavoro svolto, in modo particolare dai figli di san Francesco che lasciano la Comunità di Santa Maria dei Bagni in Scafati dopo molti anni, invito ad accogliere, in serena e gioiosa obbedienza, le nuove disposizioni per costruire insieme la Chiesa secondo la volontà del Signore”.