Il risveglio della Campania dopo l’ondata di maltempo. Si contano i danni.

Situazioni critiche registrate in Irpinia, danni ingenti in tutta la Campania. Le città maggiormente colpite.

allerta meteo foto archivio

Il maltempo come preannunciato dalla Protezione civile, si è abbattuto ieri sull’intero territorio dopo mesi di siccità, provocando molti danni e disagi. Al risveglio la Campania fa la conta dei danni.

Conncetivia voucher 2,5

Avellino

Monteforte Irpino in provincia di Avellino presenta la situazione più critica, caduti 100mm di pioggia in un’ora. Una colata di acqua, fango e detriti ha invaso le strade cittadine, colpendo maggiormente il centro storico dove le auto in sosta sono state trascinate per centinaia di metri, a causa delle violente precipitazioni. Numerose le abitazioni allagate con persone che si sono messe in salvo spostandosi ai piani superiori. I fulmini hanno fatto saltare anche diversi contatori in tutta la zona che da Mercogliano va a Monteforte Irpino. Tempestivo l’intervento – come sottolineato dal presidente della Regione Vincenzo De Luca, – della Protezione Civile, dei volontari, di Sma e Comunità Montana, con personale proveniente anche dai comandi di Foggia e Frosinone.

Napoli

Anche Castellammare in ginocchio, i disagi maggiori lungo via Panoramica, via Fontanelle e in via Ripuaria dove si è verificato anche un parziale straripamento del fiume Sarno.

A Sorrento, colpita da una violenta grandinata, molte strade sono state interrotte per smottamenti e si è aperta una voragine all’incrocio di Marano. A causa del nubifragio infatti, i tombini sono saltati e l’asfalto ha ceduto in diversi punti.

Attimi di paura anche a Capri, dove il forte vento ha spinto un traghetto contro la banchina, mentre era impegnato in manovre. Fortunatamente i passeggeri erano appena sbarcati e non si sono registrati feriti.

A Nola invece le strade divenute torrenti di fango, hanno sommerso molte autovetture.

Caserta

Non è andata meglio a Caserta dove le raffiche di vento hanno fatto crollare un albero, la pioggia intensa ha trasformato in fiumi anche Marcianise, San Nicola La Strada e  Maddaloni. Qui, il gesto eroico di un uomo che ha soccorso i passeggeri di un’auto bloccata in un sottopasso allagato.

Salerno

Disagi anche nel salernitano già nei giorni precedenti. A Campagna il vento forte abbatte una pala eolica, e in costiera amalfitana bombe d’acqua, sorprendono i turisti in spiaggia. Dei ragazzi in barca, nei pressi della Torre Normanna di Maiori, vengono soccorsi dalla Capitaneria di Porto.

Dopo una parziale tregua, si teme per la nuova ondata di maltempo prorogata su tutta la regione fino alle 21 di oggi con codice giallo.

Enorme preoccupazione per il rischio idrogeologico dovuto alla fragilità dei territori.