Sport. L’US Angri conclude il ritiro a Campitello Matese, buone prime sensazioni di serie D

Si è concluso il primo momento prestagionale per gli uomini di mister Floro Flores, tornati da poche ore a casa dopo le ultime sgambate e l'amichevole con l'Acireale.

L'US Angri 1927 in ritiro a Campitello Matese
L'US Angri 1927 in ritiro a Campitello Matese

L’Us Angri conclude il suo ritiro a Campitello Matese dopo la prima prova di serie D con l’Acireale, tante buone sensazioni verso la prossima stagione per gli uomini di Floro Flores. I grigiorossi avanzano con convinzione nella preparazione verso il prossimo campionato di quarta serie, che vede il ritorno del cavallino dopo oltre dieci anni. La dirigenza del presidente Armando Lanzione ha scelto come luogo di ritiro il campo sportivo della città in provincia di Campobasso, con la preparazione atletica che si è svolta dal primo di agosto per concludersi con la partenza nella giornata di ieri 9 Agosto. Primi passi importanti per la squadra agli ordini di mister Floro Flores, che ha iniziato a diffondere le proprie idee tattiche tra una sgambata e un’altra. Il ritiro è stato anche un primo momento di occasione per vedere la formazione all’opera, quasi al completo con gli ultimi acquisti under dell’attaccante Mario Strianese e del difensore Fabio Palladino. Lo scorso 7 Agosto la compagine grigiorossa è stata infatti protagonista di una seduta di allenamento condivisa con l’Acireale, squadra siciliana che milita proprio in serie D, con tanto di partitella finale dal risultato pirotecnico. Gli addetti ai lavori almeno dal punto di vista dello spettacolo si sono potuti divertire assistendo all’amichevole conclusasi sul 3-3 grazie alle reti di Padovano, Visconti e Barone per i campani e Tumminelli, Carbonaro e Carrozza per la squadra siciliana. Una partita dal sapore estivo, con cambi radicali di formazione tra primo e secondo tempo e giocatori ancora su con le gambe, ma che ha iniziato senza dubbio a regalare le prime impressioni sulla filosofia calcistica di mister Floro Flores, che a dispetto di una carriera da boa di attacco preferisce lo scambio veloce palla a terra. “C’è ancora molto lavoro da fare, questo per noi è stato la prima esperienza impegnativa della stagione, e i ragazzi hanno risposto positivamente al lavoro svolto. Nonostante i pochi allenamenti, già si iniziano a vedere le idee in campo grazie ad una squadra umile, che si è messa subito in discussione e disponibile al lavoro” sono le parole per i canali di informazione societari di mister Antonio Floro Flores poco dopo l’amichevole contro l’Acireale, per poi soffermarsi sulle prime indicazioni tattiche “Nonostante il campo pesante siamo riusciti a giocare molto palla a terra e non posso che esserne contento, ho visto un ottimo atteggiamento che fa ben sperare per il futuro”.

Conncetivia voucher 2,5