Pompei. Relazione sulle determinazioni del Comitato di Gestione

La riunione del Comitato di Gestione si è tenuta nella stessa giornata del 7 settembre 2022 deliberando il Piano Strategico per lo sviluppo delle aree comprese nel Piano di gestione del sito UNESCO

Parco archeologico Pompei

Meglio tardi che mai

Il Comitato di gestione ha aggiornato oggi, 7 novembre 2022, il Piano Strategico con voto all’unanimità. Questo documento avrebbe potuto indirizzare le modalità di finanziamenti CIS mentre è successo il contrario. La procedura è stata difesa e spiegata dal direttore generale di progetto,  generale Giovanni Di Blasio che ha relazionato sulla riunione presieduta dal ministro della cultura Dario Franceschini il quale ha illustrato la centralità del Contratto Istituzionale di Sviluppo “Vesuvio-Pompei-Napoli” rispetto al Piano Strategico e l’aggiornamento dei fondi CIPE del 2018.

Conncetivia voucher 2,5

Aggiornamenti significativi

L’aggiornamento del Piano elaborato dall’Unità Grande Pompei ha comportato una variazione di risorse pari a 900 milioni di euro (594 milioni per interventi già finanziati e 337 milioni per interventi da finanziare). Gli aggiornamenti più significativi riguardano l’hub ferroviario (30,6 milioni di euro); la riconversione della linea ferroviaria Torre Annunziata-Castellammare di Stabia-Gragnano (33milioni di euro); sistemazione fognaria (113 milioni di euro) interventi sul patrimonio culturale (10 milioni di euro); progetto Eav (67 milioni di euro) Rimodulazione Grande Progetto Sarno (da 217 a 402 milioni di euro). Le nuove proposte dal territorio riguardano la cabinovia del Vesuvio (53 milioni di euro); Reggia di Portici (75 milioni di euro). Inoltre sono stati discussi interventi di riqualificazione della fascia costiera (20 interventi per circa 275 milioni di euro) e rigenerazione del tessuto edilizio (25 interventi per 158 milioni di euro).

Il comitato dei sindaci della Buffer zone è stato aggiornato per quanto riguarda il CIS “Vesuvio-Pompei-Napoli” che rende il direttore generale di progetto  dell’Unità Grande Pompei il referente unico del Ministero della Cultura per il monitoraggio, valutazione e controllo degli interventi.