Sant’Antonio Abate. I padri Dehoniani lasciano il Santuario di Gesù Bambino

Sant'Antonio Abate. I Padri Dehoniani lasciano il Santuario di Gesù Bambino, con gran dispiacere loro e della popolazione

Sant'Antonio Abate. Il Santuario di Gesù Bambino in Via Casa Russo - Agro24
Sant'Antonio Abate. Il Santuario di Gesù Bambino in Via Casa Russo - Agro24

Sant’Antonio Abate. I padri Dehoniani lasciano il Santuario di Gesù Bambino

Un’altra significativa defezione per la Chiesa nell’agro vesuviano. Dopo l’abbandono del Santuario della Madonna dei Bagni da parte dei Francescani tocca ai padri Dehoniani lasciare lo storico Santuario della Chiesa del Gesù Bambino di Sant’Antonio Abate. I Sacerdoti del Sacro cuore conosciuti popolarmente come Padri Dehoniani “sono arrivati nel Santuario di Gesù Bambino nel 1955, su invito dei fondatori del Santuario. Hanno servito con passione la popolazione di S. Antonio Abate, di Angri e dintorni, fedeli alla loro missione di evangelizzazione e promozione umana. Purtroppo è arrivato il tempo in cui i superiori hanno dovuto decidere di concludere questa esperienza di servizio ecclesiale. I Padri Dehoniani lasciano il Santuario di Gesù Bambino, con gran dispiacere loro e della popolazione” si legge nella nota affidata al social Facebook.

Conncetivia voucher 2,5

Santuario aperto al culto

Le porte del Santuario resteranno aperte al culto dei fedeli. Resta affidato alla Diocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia e quindi alla Parrocchia di Maria SS. del Buon Consiglio. L’attività pastorale continuerà in piena comunione e collaborazione con l’attività della Parrocchia, con la guida del Parroco Don Ciro Alfano.

ReCro