37 anni senza Giancarlo Siani. Da giornalista precario a simbolo della lotta alla criminalità

Ricorre oggi il 37esimo anniversario dell'omicidio di Giancarlo Siani, il giornalista che combatteva la camorra attraverso le sue inchieste coraggiose

Giancarlo Siani

L’anniversario della morte

Ricorre oggi il 37esimo anniversario dell’omicidio di Giancarlo Siani, il giornalista de “Il Mattino” che combatteva la camorra attraverso le sue inchieste. Un giornalista precario, che aveva iniziato la sua attività a Torre Annunziata, studiando e analizzando i rapporti e le gerarchie delle famiglie camorristiche che controllavano il comune e i suoi dintorni.

Conncetivia voucher 2,5

Il lavoro giornalistico

Il suo lavoro puntuale e approfondito lo portò a collaborare con la rivista Osservatorio sulla Camorra e con Il lavoro nel Sud, giornale sindacale di denuncia. Arrivò poi la collaborazione estiva al Mattino di Napoli dove avrebbe svolto il praticantato per divenire professionista.

Sogno infranto

Il suo sogno venne infranto la sera del 23 settembre 1985 sotto casa sua, nel quartiere napoletano dell’Arenella, mentre era ancora a bordo della sua Citroem Mehari verde. Gli assassini, con i volti scoperti, gli spararono 10 volte alla testa con i proiettili di due Beretta 7,65.

Inchieste coraggiose

Giancarlo Siani fu ucciso per i suoi coraggiosi articoli sulle attività della camorra, raccontando dei delitti e delle lotte interne ai clan. Fu ucciso per aver pubblicato in esclusiva, attraverso un lavoro di ricerca e indagini, commistioni tra camorra e mafia. Fu ucciso per quel diritto di libertà d’informazione sancito dalla Costituzione in cui credeva fermamente.

Simbolo di legalità e impegno civile

Ricordare Giancarlo Siani è importante, non solo per come venne barbaramente ucciso, ma anche perchè è diventato il simbolo di quell’impegno civile che deve animare ed essere di stimolo per le nuove generazioni nel perseguire la legalità, oltre ad essere la migliore espressione di come un giornalista debba esercitare la professione.

Il ricordo

Lunedì 19, in occasione del suo compleanno, si è svolta a Napoli l’iniziativa “Buon compleanno Giancà” organizzata dagli studenti davanti alla sede de Il Mattino. Questa mattina invece la deposizione di fiori alle Rampe Siani, organizzata dal Comune di Napoli. A seguire, alle ore 18.00 presso la chiesa di San Gennaro al Vomero, sarà celebrata una messa in suo ricordo.