Pagani. Via alla bollettazione Tari tra polemiche e modalità di pagamento

Quattro rate, pagamenti elastici e servizi digitalizzati. Ecco la Tari 2022 paganese, che registra però polemiche dall'opposizione.

Pagani.
Pagani Comune

Partita la bollettazione Tari nel comune di Pagani, quattro rate e molte possibilità di pagamento per provare a combattere la crisi economica che investe le famiglie. L’amministrazione del sindaco Lello De Prisco ha pubblicato nelle scorse ore le modalità di estinzione della tassa dei rifiuti annuale, con una strategia ben precisa volta a superare il grave enpasse delle famiglie del territorio. La crisi energetica attualmente in atto, produttrice di un’alta inflazione che ha visto gonfiare i costi della vita non supportati da un adeguamento di reddito, sta mettendo di fatto in ginocchio le famiglie di un territorio storicamente cattivo pagatore. Sin dal suo insediamento infatti il primo cittadino De Prisco ha sempre sottolineato la necessità di migliorare le capacità d’incasso dell’ente, limitate dai mancati pagamenti dei contributi comunali come la tassa dei rifiuti. La prima mossa riguarda la rateizzazione in quattro rate da Settembre fino a Dicembre a seguire dal giorno 16, in maniera tale di ammortizzare i costi nel tempo, con la possibilità comunque senza aggravio di spese di poter pagare l’intera bollettazione in un’unica trance. Il secondo aspetto riguarda invece la digitalizzazione dell’ente, che offre oggi nuove possibilità di pagamento e di supporto grazie alla piattaforma online costruita negli ultimi anni a Palazzo San Carlo. Mano morbida invece con chi non ha ricevuto la bollettazione cartacea per disservizi o per chi non può pagare online, visto che il comune accetterà anche oltre il termine eventuali pagamenti senza more. “Al fine di facilitare la fruizione dei servizi erogati dall’ufficio tributi si sottolinea la possibilità di effettuare il pagamento comodamente online, previa registrazione con SPID sull’area dedicata sul sito del Comune di Pagani, con l’inserimento delle informazioni relative alla propria posizione debitoria” comunica il sindaco De Prisco nonché delegato in Giunta ai tributi all’interno di una nota stampa ad hoc:” Attraverso il servizio Linkmate è possibile verificare gli importi dovuti ed i versamenti eseguiti per l’anno 2022 e pregressi, di accedere a tutta la modulistica dell’ufficio, e tanto altro ancora, senza necessità di recarsi presso gli sportelli dell’ufficio tributi.  Il servizio è completamente gratuito”.

Conncetivia voucher 2,5

Le parole di Vincenzo Calce

Arrivano però forte critiche dall’opposizione consiliare con le parole di Vincenzo Calce, estremamente polemico già in occasione della relativa discussione in assise:” La tariffazione è tendenzialmente aumentata visto l’ennesimo abbassamento dei dati relativi alla raccolta differenziata. Le modalità inoltre premiamo anche questa volta i cattivi pagatori e chi non segue le regole di raccolta”. Il servizio di raccolta rifiuti, notifica il consigliere di opposizione, è aumentato nei suoi costi proprio per la poca presenza di differenziata sul territorio:” Per non parlare del fatto che siamo ancora molto lontani da una tariffazione equa per il cittadino, che paga per quello che consuma. E invece ci troviamo che chi differenzia si trova a pagare anche per gli incivili”.