Sport. Angri, è beffa amarissima contro il Nola, 0-2 al “Novi”

E' penultima l'US Angri dopo la seconda sconfitta in casa e la quarta consecutiva in campionato, manca identità , mister Floro Flores chiede scusa

US Angri 1927 logo
US Angri 1927 logo

L’Angri crolla ancora in casa, netto 0-2 per mano del Nola, la quarta sconfitta consecutiva vale il penultimo posto nel girone G di serie D. Una prestazione scarica mentalmente e tatticamente per gli uomini di mister Floro Flores, che a fine partita non può negare l’evidenza.

Conncetivia voucher 2,5

La cronaca

Il primo tempo inizia nel segno dell’equilibrio, con i grigiorossi che provano a mantenere il possesso della palla a discapito di un Nola ordinato e pronto alle ripartenze. Il centrocampo formato da Fiore, Maranzino e Leone è però contratto nel servire il reparto avanzato, con Varsi e Celiento spesso costretti ad andare a raccogliere il pallone o a ricevere palla lunga in spazi densi.  Le situazioni pericolose ci sono, ma il Nola è brava ad attutire le folate avversarie. L’atteggiamento dei bianconeri paga al trentesimo quando la difesa è brava ad intercettare su situazione di corner uno schema degli uomini di Floro Flores partendo in campo aperto. Davanti alla porta si presenta Faiello, Bellarosa è miracoloso sull’intervento dell’undici ma non può nulla sulla ribattuta di Dommarco, autore di una prestazione sontuosa sulla fascia sinistra. L’Angri tarda a reagire e si lascia andare alle folate degli avversari, che con Faiello avrebbe anche l’occasione per raddoppiare, ma è ancora bravo Bellarosa a difendere i pali al termine dei 45 minuti. Il secondo tempo non vede una vera reazione della formazione di casa, sotto il profilo agonistico. Ci sarebbe l’occasione per pareggiare i conti al minuto 54, ma il neoentrato Barone sciupa a tu per tu con Tricarico. Il Nola, aiutata dalla difesa alta avversaria, ha praterie davanti e riesce a siglare la seconda rete con Chianese, lanciato in contropiede e bravo a superare con un dribbling Bellarosa al minuto 68’. Gli ultimi minuti di gara sono poi caratterizzati dalla reazione nervosa dei grigiorossi, che spinti dai tifosi si lanciano in avanti ma non trovando la rete dell’1-2 nonostante altre due buone occasioni sui piedi di Barone. In entrambi i casi manca la lucidità del bomber, con Tricarico bravo a mantenere la posizione su entrambi gli uno contro uno.

Floro Flores “Dobbiamo tacere e pedalare”

“Inizio a parlare io”. Antonio Floro Flores entra in sala stampa post partita tanto amareggiato quanto deciso nella reazione. “Voglio chiedere scusa ai tifosi per la partita messa in campo oggi, tutto ciò che abbiamo preparato non è andato. Le responsabilità di queste sono prima di tutte mie, dobbiamo acquistare tutto e c’è lavoro da fare. Dobbiamo tacere e pedalare”. Disponibilissimo poi nelle domande, il mister Floro Flores specifica “Abbiamo sbagliato sia la fase di possesso che quella di non possesso, ci è mancato passo, così non si può mai vincere” concludendo poi “Le certezze non le fanno i titolari, ma le idee che vivono in tutta la rosa. Ho la fortuna di avere tanti giocatori e di poter scegliere, dobbiamo solo trovare l’identità”