Pagani. Gelbison – Foggia, De Prisco “Chiudere gli spalti ospiti”

Dopo gli episodi di violenza dello scorso 24 Settembre in occasione di Gelbison-Taranto, il sindaco di Pagani fa richiesta a Questore e Prefetto: "Evento pericoloso"

Pagani. Amministrazione De Prisco
Pagani. Amministrazione De Prisco

Pagani. Gelbison – Foggia, De Prisco “Chiudere gli spalti ospiti”

Gelbison, in vista del match con il Foggia in programma il prossimo sabato 8 Ottobre il comune di Pagani chiede spalti chiusi per i tifosi ospiti. Dopo gli ultimi casi di guerriglia urbana registrati durante Gelbison-Taranto nella città dell’agro, il primo cittadino Lello De Prisco ha invitato Prefetto e Questore ad evitare la trasferta ai tifosi rossoneri.

I precedenti

La squadra lucana è da inizio stagione accolta allo stadio “Marcello Torre” per la disputa dei match casalinghi del campionato di Lega Pro, un’iniziativa di solidarietà campana che ha però lasciato spazio anche ad episodi incresciosi. Su tutti, i momenti di disordine e caos precedenti e conseguenti la partita disputata lo scorso 24 Settembre, con i tifosi tarantini protagonisti più volte di episodi di violenza. Una situazione che ai tempi fu già allertata dal primo cittadino del paese ospitante Lello De Prisco, che aveva ipotizzato anche una possibile trasferta vietata per i pugliesi, poi concessa dagli enti preposti.

Il sindaco di Pagani ci riprova ancora in occasione dell’arrivo di una tifoseria, quella foggiana, altrettanto calda e portatrice di una rivalità storica sul territorio. Nella nota inviata al Prefetto Francesco Russo e al Questore Giancarlo Conticchio il sindaco paganese evidenzia “la pericolosità di tale evento”, suggerendo così le porte chiuse per i tifosi ospiti. Poco male per i tifosi lucani che potranno in qualsiasi scenario recarsi allo stadio paganese, attendendo comunque una risposta da parte degli enti preposti. I quali non possono permettersi altri episodi di violenza incontrollata nelle città del salernitano per una semplice manifestazione sportiva.