25enne salernitano cerca di spillare 1500 euro ad anziano. Arrestato per truffa

I malviventi hanno intimato all'anziano il pagamento immediato per alcune presunte bollette non pagate

Truffe agli anziani sempre più frequenti
Truffe agli anziani sempre più frequenti

Due complici

Insieme ad una complice 28enne di Reggio Emilia, un giovane originario di Salerno tenta di truffare un anziano 83enne di Parma, cercando di spillargli 1.500 euro. La coppia di giovani, è stata bloccata e arrestata dai carabinieri della stazione di Vigatto mentre si trovavano già all’interno della banca.

Conncetivia voucher 2,5

La truffa

I due, infatti, dopo essersi presentati come addetti di un’azienda che si occupa di energia elettrica, come riportato da Parmatoday, hanno intimato all’anziano il pagamento immediato 1.500 euro per alcune presunte bollette non pagate. In assenza della cifra, secondo il finto racconto dei truffatori, l’uomo sarebbe risultato insolvente e avrebbe subito il distacco delle utenze.

L’episodio è avvenuto nel pomeriggio dell’11 ottobre. Verso le ore 14.30 la giovane 28enne si è presentata a casa dell’anziano 83enne in zona Vigatto. Il complice 25enne era invece in auto. La truffatrice ha detto all’83enne che avrebbe dovuto pagare 1.500 euro per alcune bollette non pagate.

Grazie al cassiere sventata la truffa

L’anziano, che non aveva i soldi in casa, ha deciso di andare in banca per fare il prelievo. Una volta arrivati all’istituto di credito la 28enne si è finta la nipote acquisita dell’anziano. Il cassiere, al momento della richiesta del prelievo dei soldi, si è insospettito ed ha chiamato i carabinieri. Giunti sul posto in pochi istanti i militari sono riusciti a bloccare i due truffatori all’interno della banca.