Vertice per garantire maggiore sicurezza a Sarno

Il sindaco della città dei Sarrastri, Giuseppe Canfora, e l’Assessore alla sicurezza, Gianpaolo Salvato incontrano il Prefetto in un vertice sulla sicurezza.

Sarno Comune
Sarno Comune

Sarno. Il sindaco della città dei Sarrastri, Giuseppe Canfora, e l’Assessore alla sicurezza, Gianpaolo Salvato incontrano il Prefetto in un vertice sulla sicurezza.

Il vertice

L’incontro si è svolto nella giornata di ieri, presso il Palazzo del Governo, e sono state affrontare le tematiche che riguardano l’ordine e la sicurezza pubblica per ciò che concerne la città di Sarno.
Presenti alla riunione, oltre al Prefetto, il dottor Francesco Russo, ed alle cariche istituzionali cittadine, anche il Questore, Giancarlo Conticchio, ed i massimi vertici del Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

I provvedimenti e le garanzie

E’ stato confermato, da parte di tutti i convenuti, il massimo impegno a presidiare il territorio, e di porre in essere interventi mirati per contrastare ogni forma di illegalità.

Le dichiarazioni dell’Assessore Salvato

“Possiamo reputarci moderatamente soddisfatti, tenuto conto che rimane il bisogno quanto prima di avviare nuove iniziative sul territorio” commenta l’assessore delegato Gianpaolo Salvato, che spiega anche come “La riunione è stata occasione per scambiarsi analisi sul territorio, marcandone criticità ma anche punti di forza. In questo senso è stato ribadito come il lavoro del sistema di videosorveglianza in città sia stato fondamentale nella conduzioni di tutte le indagini dei casi”. A prescindere dalle attività di repressione che si possono mettere in campo, si è parlato anche tanto di prevenzione alla criminalità, anche attraverso sistemi di controllo potenziati sul territorio. “Gli enti presenti hanno voluto rassicurarci sulla natura dei diversi episodi accaduti nel territorio, lontani da dinamiche di criminalità organizzata” spiega Salvato “Sono episodi a sé, che non ci devono far abbassare la guardia ma ragionare sulle nuove forme di microcriminalità”. Sullo sfondo, la richiesta storica di investimenti nelle forze dell’ordine, con un miglioramento d’organico nel territorio:” Su questo purtroppo abbiamo trovato risposte abbastanza scontate ma quanto mai pertinenti” conclude Salvato “Dobbiamo attendere disposizioni dal nuovi Governo e a cascata tutto ciò ne scaturirà. Abbiamo assolutamente bisogno di maggior controllo, ma possiamo e dobbiamo avvalerci anche di tanti altri strumenti”.

 

Carmela Landino