Basket. Riecco la “fatal” Brescia, Givova in cerca di riscatto sei anni dopo.

A distanza di 2320 giorni dalla gara 5 del PalaMangano che consegnò all'allora Centrale del Latte un'abbondante fetta di promozione, Scafati e Brescia si ritrovano sul parquet del PalaLeonessa, stavolta in Serie A.

Dal 9 giugno 2016 ad oggi

Per sei lunghissimi anni la società lombarda ha rappresentato il motivo di maggior rammarico per il popolo della Scafati a spicchi, quel boccone così amaro è stato, probabilmente, mandato giù solo la notte del 14 giugno 2022 col ritorno in A, sei anni e cinque giorni dopo l’impresa dei biancoblù in terra scafatese. Quella semifinale playoff di A2 rimarrà negli annali per entrambi i club (tra chi la ricorderà come la rimonta da 0-2 che valse la Serie A, e chi come la grande occasione persa per tornare in paradiso dopo esattamente 10 anni dalla prima volta), la finale con una Fortitudo Bologna arcigna ma di certo non imbattibile, veniva vista quasi come una formalità, tanta era la forza di due vere e proprie armate come quelle allenate da Perdichizzi e Diana. Ed infatti fu la vincente di quella semifinale ad effettuare il salto di categoria (Brescia vinse la serie 3-2 imponendosi con un netto 83-59 in gara 5), come da pronostico. Da quell’afoso giugno del duemilasedici le due formazioni non si sono più affrontate; Brescia è diventata un top club in LBA e da diversi anni compete in Europa con roster di alto blasone (dal 2018 stabilmente in EuroCup), mentre la Givova di patron Nello Longobardi ha vissuto l’incubo dei playout per evitare la B prima di ritrovare stabilità, affermarsi come una “big” assoluta del campionato di A2 ed arrivare a stracciarlo lo scorso anno, regalando nuovamente la massima categoria nazionale ai propri tifosi.

La Germani di oggi

La Brescia edizione 2022/23 si presenta alla terza gara di campionato con i favori del pronostico nonostante il faticoso impegno europeo che l’ha vista uscire sconfitta da Badalona (80-63). Il PalaLeonessa è stato teatro della prima vittoria stagionale dei biancoblù, in rimonta, nel derby con Varese per 88-83 domenica scorsa. Degli eroi del 2016 l’unico “superstite” è capitan David Moss, ala classe ’83 che ancora oggi è perno fondamentale all’interno delle rotazioni di coach Alessandro Magro. I principali pericoli per la difesa salernitana sono rappresentati dai 3 esterni “da quintetto” Caupain (playmaker), Della Valle (guardia) e Petrucelli (ala piccola) e dal sesto uomo Massinburg, mentre non sono da meno i tre lunghi stranieri (Cobbins, Gabriel ed Odiase) e gli italiani che escono dalla panchina (Akele, Burns, Laquintana ed il grande ex David Cournooh, protagonista della promozione della Givova lo scorso giugno). Nonostante le fatiche del viaggio e degli impegni ravvicinati, la squadra della presidente Graziella Bragaglio si presenta al match con la Givova al gran completo, con l’obiettivo di mantenere inviolato il PalaLeonessa e conquistare la seconda vittoria consecutiva in LBA.

Scafati ritrova Rossato ed aspetta Logan

I gialloblù di coach Alessandro Rossi affrontano la seconda trasferta stagionale dopo le sconfitte del Taliercio di Mestre e del PalaBarbuto con le corazzate Venezia e Milano. Roster che vedrà il reinserimento di capitan Riccardo Rossato dopo la defezione obbligata della scorsa domenica con l’Olimpia e potrà concedere più minuti ad un Trevor Thompson con sempre più allenamenti nelle gambe. Potrebbe essere l’ultima apparizione in canotta scafatese per Aristide Landi, destinato ad essere il sacrificato con l’arrivo di Logan ed il passaggio al “6+6”. L’ex Sassari ed Avellino arriverà in Campania questo weekend e sarà a disposizione da lunedì, giornata nella quale sarà anche presentato ufficialmente alla stampa. Terzo match e terza big con la quale confrontarsi senza alcun timore reverenziale, con la solita sfrontatezza e l’immancabile voglia di stupire l’Italia intera, Scafati va a Brescia a caccia di quei due punti che sbloccherebbero la classifica gialloblù ed aumenterebbero a dismisura la fiducia verso l’unico obiettivo della stagione: la permanenza in Serie A.

Dove vederla e come seguirla

La diretta sarà sempre su Eleven Sports (www.elevensports.com/it).

Diretta radiofonica in streaming su Vesuvio Radio Tv (www.vesuvioradiotv.it).