San Valentino Torio. E’ polemica per il trasferimento degli alunni per i lavori al “Rea”

Il comune ospiterà un plesso dell'istituto superiore "Domenico Rea", partono i lavori ma diversi alunni delle scuole primarie nel frattempo saranno spostati

San Valentino Torio Scuola Via Mezzana
San Valentino Torio Scuola Via Mezzana

Caos scuole a San Valentino Torio, l’opposizione consiliare e i genitori chiedono un rinvio dei lavori di costruzione dell’istituto superiore in via Curti per evitare lo spostamento temporaneo di alcune classi della primaria. E’ obiettivo e sogno da anni quello  relativo alla costruzione di un istituto superiore pubblico in terra valentina, ma la prima pietra rischiare di mandare in caos scuole e genitori del territorio.

L’inizio dei lavori

Partiranno il prossimo lunedì 17 Ottobre i lavori che renderanno la struttura in via Mezzana plesso dell’I.I.S. “Domenico Rea”, attualmente con sede a Nocera Inferiore. Cantieri che inizierà nel bel mezzo dell’anno scolastico lì dove fino a pochi giorni fa alunni della scuola primaria e dell’infanzia stavano tranquillamente svolgendo il proprio “lavoro”. Un effetto domino questo, che produrrà lo spostamento in via Russolillo e al plesso Capoluogo di nove classi della primaria in via Mezzana, con cinque classi di infanzia del plesso in via Russolillo che finiranno al Centro di Quartiere e uno a via Annunziata.

Le reazioni dei genitori

Una situazione caotica che ha trovato diverse reazioni, nella cittadinanza e nella politica. I primi sono stati i genitori del plesso di via Russolillo, che denunciando gli spazi sostitutivi non in linea con le necessità dei bambini, chiedono alla Provincia, nella persona dello stesso sindaco di San Valentino Torio Michele Strianese, l’interruzione della partenza del cantiere, in una nota inviata anche al Prefetto.

La politica

Richiesta simile viene prodotta anche dal gruppo consiliare “Pensiero Libero” formato dai consiglieri Pietro Vastola, Giancarlo Baselice, Marianna Guarno e Maria D’Ambrosi, che denunciano “Sia la provincia sia l’ufficio tecnico comunale ancora non hanno consegnato una relazione definitiva per la provvisoria allocazione delle  5 sezioni della scuola dell’infanzia nel centro di quartiere come si può pensare di effettuare un trasloco comunicato all’ultimo istante in data 12.10.2022 se lo stesso non è a norma per ospitare una scuola?” chiedendo infine “di poter valutare un rinvio dei lavori a farsi durante il periodo naturale di non frequentazione degli alunni per preservare la loro sicurezza, per garantirgli un’istruzione sicura e libera da eventuali pericoli che un edificio non a norma potrebbero derivare”. La proposta quindi che arriva dall’assise è il rinvio dei lavori al prossimo Maggio-Giugno 2023, permettendo una conclusione regolare degli istituti primari e lasciando un’intera stagione estiva per i cantieri del caso.