Angri. Mostra Hemingway. Tele e ricordi dello scrittore richiamano centinaia di visitatori

Si avvia a salire sul podio quale mostra più visitata in assoluto ad Angri. Scuole, gruppi di visitatori del sud Italia e tanti cittadini, poi nel fine settimana il boom, con pullman da fuori provincia.

Mostra E.Hemingway Pro Loco Angri

Nuova sinergia di intenti tra Aldo Severino,  Pro Loco Angri  e Ciro Rispoli Smaldone dell’associazione DoriArt.

La mostra più visitata

Si avvia a salire sul podio quale mostra più visitata in assoluto ad Angri quella in memoria dello scrittore Ernest Hemingway premio Nobel per la letteratura nel 1954. Scuole, gruppi di visitatori del sud Italia e tanti cittadini transitano davanti a tele e cimeli dell’autore, che fu amico di Che Guevara, poi nel fine settimana il boom, con pullman da fuori provincia. La mostra, allestita dall’architetto Renaldo Fasanaro, è entrata ufficialmente nell’itinerario promosso dall’associazione DoriaArt di Ciro Smaldone noto in città come “Rispoli” con cui si è creata ora una sinergia culturale con la Pro Loco.

La soddisfazione del presidente Pro Loco

E, grande soddisfazione viene espressa da parte di quest’ultima dal suo Presidente Aldo Severino, che ha voluto fortemente l’iniziativa e ricorda “Quando conobbi Renaldo Fasanaro, alla Pinacoteca Provinciale di Salerno, rimasi incantato dalla mostra che questo artista, salernitano di nascita, ma romano di adozione, era riuscito ad allestire sul famoso scrittore americano. Tutto di un fiato ammirai gli oggetti, i quadri, i cimeli esposti negli spazi ampi e particolari”. Fu allora che Severino decise di portare la mostra ad Angri nella location più bella in assoluto: il castello Doria. “Ne parlai con l’amministrazione comunale attraverso incontri formali e informali, prima con il compianto dirigente Alfonso Toscano che fu entusiasta subito del mio progetto e poi con l’assessore Giusy D’Antuono che accettò con grande partecipazione l’idea. E poi i sopralluoghi, gli incontri tecnici ed organizzativi. La venuta ad Angri di Renaldo con cui si è stabilita una grande sinergia. Poi il lancio e grazie al grande supporto de “La Magnifica” attraverso una accattivante grafica è venuto fuori ciò che immaginavo a Salerno. Avevo fantasticato e sognato proprio questo”.

Ingresso e visite completamente gratuite e un ricco programma

La mostra, inaugurata il 1 ottobre, ad ingresso gratuito, andrà avanti fino al 23 ottobre, con un cartellone fitto di eventi sotto l’egida del cavaliere Antonio D’Ambrosio che apre i battenti del Castello Doria: Sabato 15 ottobre, alle 18,00 la consueta apertura poi dalle 18.30 ci saranno le “Canzoni per Hernest”, un repertorio di brani musicali dedicati allo scrittore, eseguiti dal controtenore Pasquale Auricchio, domenica 16 ottobre, dalle 10 alle 13 visite guidate, dalle 18 riapertura, giovedì 20 ottobre dalle ore 9.15 apertura straordinaria in occasione  del convegno “Ricerca e innovazione per l’adozione dell’economia circolare nella filiera agroalimentare” a cura della S.S.I.C.A Stazione Sperimentale delle Conserve Alimentari, sabato 22 ottobre: “Ernest Hemingway dall’America a Parigi” – per rivivere gli anni degli amori e della gioventù dello scrittore – momenti di cabaret e burlesque  a cura di Anna Ruggiero, domenica 23 ottobre , alle 18,00 apertura Mostra “Cuore e lettura” letture e recitazioni di brani a cura della Pro Loco Angri e “Tavole da Palcoscenico Academy”, alle 18,30 “Omaggio a Ernest Hemingway” momenti danzanti a cura dell’Associazione Culturale Diffusione Danza Tersicore Angri con le ballerine  Martina De Vivo, Antonella Scoppa,  Agnese Adamo e Giulia Verziero, accompagnate dal ballerino ospite Giorgio Sannino, alle 19,00 “L’Angolo Cubano” a cura di Todisco Cioccolata.

Per informazioni e prenotazioni gratuite telefonare al numero 3387665800.