Nocera Inferiore. Un funerale “Controcorrente” per il fiume Sarno (video)

Nocera Inferiore. Gli attivisti hanno allestito per il momento una sarcastica veglia funebre dove al centro è stata piazzata la bara del fiume Sarno

Nocera Inferiore. Un funerale “Controcorrente” per il fiume Sarno (video)

In presidio 12 mesi dopo la storica marcia per il fiume Sarno per ricordare che la battaglia del disinquinamento non è ancora finita. Uno dei fiumi più inquinati d’Europa continua a mietere vittime, e non si può dimenticare tutto ciò solo attraverso gli interventi di collettamento fognario.

A ribadire questo concetto l’associazione Controcorrente – per il Sarno che verrà, scesa in presidio in Piazza Petrosini a Nocera Inferiore per ricordare una battaglia lontana dalla fine. Il gruppo giovanile è da anni al centro del tema ambientale, e promotrice di diverse campagne sociali e di sensibilizzazione dell’ampio problema che riguarda l’inquinamento del fiume.

Una veglia funebre sarcastica

Gli attivisti hanno inscenato una sarcastica veglia funebre dove al centro è stata piazzata la bara del fiume Sarno, morto per inquinamento, con tanto di ghirlande e ceri funebri. «C’è bisogno di ribadire a un anno dalla marcia che il nostro impegno non si è affatto concluso davanti a un fiume che continua a uccidere ogni giorno – ha detto Vincenzo Verde, uno dei componenti dell’associazione Controcorrente, estremamente critico nei confronti di una problematica lontana dalla sua risoluzione -. Il fiume continua ad avere livelli altissimi di cromo e di metalli pesanti, le istituzioni non si devono gongolare dietro le opere fognarie concluse».

Non solo collettamenti

Il tema ambientale e politico preponderante tocca proprio la gestione del disinquinamento del fiume Sarno, che non passa esclusivamente dai collettamenti fognari. «Diverse industrie di questo territorio continuano a sversare all’interno dei canali senza nessun alcun tipo di problemi, non si può permettere ciò – conclude Verde, che ricorda anche la piattaforma presentata in occasione delle ultime elezioni amministrative e firmata dall’attuale sindaco nocerino Paolo De Maio, presente ieri all’iniziativa -. Con l’amministrazione comunale di Nocera Inferiore è iniziata una interlocuzione che speriamo sia produttiva. Ma c’è bisogno di fare squadra pure con la Regione, il Governo nazionale e gli enti europei. Senza unità d’intenti non si vincerà mai».

La risposta del sindaco Paolo De Maio

Pronta la replica del sindaco: «Noi ci siamo per svolgere tutti i nostri compiti, rivendicando gli interventi necessari e l’attenzione degli organi preposti. Ben vengano queste iniziative che portano attenzione sul tema. Noi siamo presenti».

Il servizio è di Alfonso Romano