Angri. “Progettiamo”: poca chiarezza su Via Satriano e Bretella M2

Angri. "Si faccia chiarezza sul senso unico di marcia in via Satriano e sulla deroga al transito dei mezzi pesanti nel Parco Amore"

Domenico D'Auria del Gruppo consiliere Progettiamo per Angri, incontra la sindaca Ilaria Abagnale - Agro24
Domenico D'Auria del Gruppo consiliere Progettiamo per Angri, incontra la sindaca Ilaria Abagnale - Agro24

Angri. “Progettiamo”: poca chiarezza su Via Satriano e Bretella M2

Via Satriano e Bretella M2. La nota dei consiglieri comunali di “Progettiamo per Angri”: Roberta D’Antonio, Domenico D’Auria e Vincenzo Ferrara. “Si faccia chiarezza sul senso unico di marcia in via Satriano e sulla deroga al transito dei mezzi pesanti nel Parco Amore”.

La nota

Abbiamo preferito attendere in silenzio e valutare gli effetti sul territorio conseguenza di alcuni provvedimenti che hanno interessato alcune modifiche alla viabilità e su particolari flussi di traffico. Abbiamo posto particolarmente attenzione sul senso unico di marcia lungo il primo tratto di via Satriano, nelle prossimità del ponte autostradale, e sulla recente apertura al traffico veicolare della Bretella M2 tra la Via Paludicelle e Via Stabia con annesse traverse.

Flop del divieto

Dopo appena poche settimane dobbiamo constatare che gli esiti sono davvero fallimentari. A supporto della Nostra tesi ci sono alcune scelte di base davvero incomprensibili, in particolare l’ordinanza sindacale per il senso unico di marcia predisposto sulla Via Satriano. Tesi avallate anche dalla mole d’immagini e dei video di mezzi pesanti “sviati” da un’improbabile segnaletica verticale mancante in molti tratti della rete stradale interessata. Mezzi pesanti smistati verso strade non adatte al tipo di traffico pesante e in luoghi impropri e residenziali come il parco Amore, via Generale Niglio, via Baden Powel, viale Europa e via Leonardo Da Vinci. Mezzi pesanti che vengono “volutamente autorizzati in deroga” a transitare nel Parco Amore proprio per non fare “orgogliosamente” nessun passo indietro su tale discusso provvedimento che non piace proprio a nessuno se non all’amministrazione. Oltretutto alla base non c’è un piano traffico idoneo che manca da decenni.

Riserve sull’atteggiamento degli amministratori comunali di Angri

Esprimiamo anche forti riserve sull’approccio “poco istituzionale” generato dall’Amministrazione Ferraioli nei confronti degli amministratori del vicino comune di Sant’Antonio Abate. Condanniamo il mancato “stile istituzionale” assunto con quello che il principale interlocutore confinante: la sindaca di Sant’Antonio Abate Ilaria Abagnale che, conoscendone la sua particolare predisposizione e attitudine all’ascolto e concretezza nella soluzione dei problemi, abbiamo preferito incontrare per chiarimento e nella piena consapevolezza che i disagi creati non solo alle imprese abatesi, ma anche al tessuto socio economico angrese, non dipende certamente dalle sue scelte, per altro non concertate dall’amministrazione Ferraioli che a quanto pare preferito dare risonanza mediatica di chiara matrice “populistica” che non cerca soluzioni ma poco edificanti scontri anche di matrice individuale.

There is nothing to show here!
Slider with alias evoluzione not found.

L’incontro co Ilaria Abagnale

Durante l’incontro, che certamente, per dovere istituzionale avrebbe dovuto tenere l’amministrazione Ferraioli, abbiamo registrato ancora una volta, da parte della sindaca Ilaria Abagnale, la piena disponibilità a collaborare e a raccogliere qualunque istanza positiva, esattamente come ha più volte dichiarato, consentendo, a giusta guisa, di potere avvalersi dei giusti tempi per mettere in campo azioni tecniche, politiche ed amministrative che non sono di immediata attuazione per ovvi e intellegibili motivi di natura burocratica.

Sospensione “sine die”

Alla luce di questa complessa situazione chiediamo al Sindaco di Angri e all’Assessore alla viabilità Mainardi di recepire la disponibilità del Sindaco di Sant’Antonio Abate, Ilaria Abagnale e sospendere “sine die” l’ordinanza sindacale su via Satriano istituendo, possibilmente, un senso unico alternato per un tempo limitato e necessario agli amministratori abatesi per rendere transitabile, ai mezzi pesanti, una strada di tipo vicinale con i dovuti interventi di messa in sicurezza vista la sua non transitabilità come dimostrato dalla relazione tecnica del Comando di Polizia Locale Abatese.

Attenzione al disagio sociale

In mancanza di una chiara apertura istituzionale dell’amministrazione Ferraioli il disagio provocato ai residenti del parco Amore, ai residenti del quartiere residenziale di Via Baden Powell e alle attività economiche insistenti sull’intersezione Via dei Goti verso via Satriano, potrebbe creare un vero scontro sociale ed economico insuperabile.

I consiglieri comunali di “Progettiamo per Angri”: Roberta D’Antonio, Domenico D’Auria e Vincenzo Ferrara.