Pagani. Via Padre Sorrentino, caos idrico per lavori

Una perdita d'acqua indigna l'opposizione consiliare, i lavori di rete idrica continuano a portare disagi in città

A Pagani disagi e sprechi in via Padre Sorrentino, i lavori di rete idrica provocano una fuoriuscita di acqua nella strada. Non finiscono i curiosi episodi legati a lavori pubblici all’interno del territorio paganese, ultima protagonista la Gori impegnata in alcuni allacci alla nuova rete idrica.

Conncetivia voucher 2,5

La denuncia dell’opposizione

A denunciare la situazione di evidente disagio in un primo momento i consiglieri comunali Vincenzo Calce, Fabio Petrelli e Anna Rosa Sessa, che sui social hanno diffuso l’immagine di una parte di via Padre Sorrentino dal quale fuoriesce una vera e propria fontana d’acqua. Uno spreco di risorse fondamentali che hanno trovato subito lo sdegno social, con i consiglieri che congiuntamente hanno dichiarato” In via Padre Sorrentino ancora disagi. Ormai lo spreco d’acqua è immane. Nonostante i proclami, nonostante i tagli del nastro in pompa magna, continuano le difficoltà. Quando prenderete i provvedimenti?”.

La risposta di Pepe

L’amministrazione del sindaco Lello De Prisco non è però rimasta nel frattempo con le mani in mano, supervisionando l’evento all’interno di una strategia più ampia di tutela amministrativa nei confronti di episodi simili dovuti a lavori del caso. Ad illustrare il caso l’assessore delegato alle infrastrutture Augusto Pepe:” La perdita d’acqua in questione appartiene alla vecchia rete idrica, che funziona al momento per via emergenziale. Nelle zone limitrofe infatti si stanno compiendo dei lavori inerenti alla regolarizzazione di alcuni accessi abitativi all’interno della nuova rete idrica, al momento in stand-by e sostituita dalla vecchia rete idrica, che ha manifestato tale problema dovuto ad una mancata manutenzione dell’opera. Il disagio ci sarà per i prossimi dieci giorni circa, abbiamo già però segnalato il periodo ai veicoli e ai pedoni”.

“E’ stato permesso di tutto”

Rimane però un problema di tipo amministrativo, che vede il territorio paganese negli ultimi anni spesso bistrattato da continui lavori da parte di aziende di servizi che spaccano asfaltature senza poi risanare lo stato dell’arte. “Dal 2014 ad oggi è stato permesso la qualunque a chiunque, senza prevedere mai a lavori conclusi bitumazioni o altri interventi” ha esclamato l’assessore Augusto Pepe, pronto però a rivalersi in futuro nei confronti delle società inadempienti “Siamo pronti a richiedere attraverso sanzioni e non solo tutto ciò che è stato negato al comune di Pagani in questi anni. Passeremo anche in consiglio comunale per l’inasprimento delle sanzioni affinché in futuro non succedano più episodi del genere, puntiamo a guadagnare somme da utilizzare già nel prossimo per continuare la messa in sicurezza stradale della città”.