Pagani. Raccolta differenziata horror, meno di un cittadino su sei la rispetta

Pagani maglia nera in Regione con poco più del 15% di raccolta differenziata sul territorio, l'amministrazione prepara una campagna di sensibilizzazione

Pagani SAM azienda speciale del comune
Pagani SAM azienda speciale del comune

Pagani, la raccolta differenziata è un disastro, le opposizioni attaccano mentre l’amministrazione De Prisco corre ai riapri con una rivoluzione del servizio. Il 2021 è stato un anno da maglia nera per la raccolta differenziata del comune paganese, che si attesta come uno dei peggiori enti a livello regionale per la percentuale raggiunta.

Conncetivia voucher 2,5

Il dato terrificante

Un magrissimo 15,60% fa sprofondare Pagani in classifica anche e soprattutto in relazione agli altri comuni dell’agro nocerino sarnese, dove l’esempio peggiore è rappresentato da Angri che supera comunque il 40% di raccolta differenziata. Una vera e propria condanna per amministrazione comunale e azienda speciale Sam, ora costretti a subire con ragione gli attacchi dell’opposizione. I consiglieri Anna Rosa Sessa e Vincenzo Calce sono estremamente severi nei confronti dei risultati di Palazzo San Carlo, che incidono in profondo rosso in relazione ai risultati degli anni scorsi. “E poi si raggiungono i minimi storici. E non si ha nemmeno il coraggio di pubblicizzarli.” È la stoccata di Calce e Sessa “Dai dati della produzione dei rifiuti urbani, della percentuale di raccolta differenziata e del tasso di riciclaggio raggiunto dai comuni nell’atto di appartenenza anno 2021 pubblicati dalla Regione Campania con decreto dirigenziale n.25 del 25 ottobre 2022 emerge che il Comune di Pagani ha raggiunto il 15.69% di raccolta differenziata. Un dato storico negativo che fa emergere tutte le deficienze del ciclo integrato della nostra città e che mette Pagani negli ultimi posti della classifica provinciale e regionale. E pensare che nel 2019 la percentuale di raccolta differenziata aveva ampiamente superato il 40 per cento.  Mentre nei comuni limitrofi si attrezzano per un ciclo sempre più green e sostenibile, a Pagani continuiamo a sprofondare per inefficienze di gestione ed incapacità di programmazione”.

Amministrazione all’assalto

Al tempo stesso l’amministrazione De Prisco, cosciente dei risultati per nulla incoraggianti, continua nella rivoluzione della macchina di raccolta e spazzamento dei rifiuti rappresentata dalla Sam. Dopo il cambio di dirigenza, con la nomina di commissario pro tempore di Lucio D’Apolito, non solo il cantiere è in continua rivoluzione, ma anche il servizio rivolto ai cittadini. “Siamo pronti per rivoluzionare il calendario della raccolta differenziata, in un’operazione di più grande sensibilizzazione su un tema di civiltà fondamentale che deve partire dai cittadini e trovare nelle istituzioni un accompagnatore” aveva dichiarato sul tema il sindaco Lello De Prisco negli scorsi giorni, sottolineando anche come “Stiamo lavorando  per aumentare quanto più possibile controlli e sanzioni nei confronti della cittadinanza. In questo senso siamo pronti a mettere anche in diversi punti sensibili videosorveglianza con foto trappole per sanzionare eventuali trasgressori. Ci siamo e i risultati arriveranno, negli ultimi giorni ho visto la città più pulita”.