Torre Del Greco. Avvisi di garanzia in comune: parla il sindaco Palomba (video)

Torre del Greco. Il sindaco Palomba ha chiarito che la sua amministrazione ha ereditato la situazione che è venuta fuori dalle indagini

Torre Del Greco. Avvisi di garanzia in comune: parla il sindaco Palomba (video)

Lo scandalo della gestione dei rifiuti a Torre del Greco è ancora all’ordine del giorno dopo i quattordici avvisi di garanzia che sono arrivati nell’ambito di un’inchiesta relativa a un appalto per la raccolta dei rifiuti. Tra gli indagati risulta esserci anche il sindaco del Comune della città vesuviana Giovanni Palomba con l’accusa di turbativa d’asta. I fatti risalgono al 2019 quando fu conferito l’incarico alla ditta Buttol, in sostituzione del consorzio Gema.

Conncetivia voucher 2,5

La notifica

A notificare i provvedimenti sono stati i carabinieri che hanno eseguito un’ordinanza della Procura della Repubblica di Torre Annunziata. Oltre al sindaco, risultano indagati altri cinque tra dirigenti ed ex dirigenti del comune. Tra i reati ipotizzati dagli inquirenti ci sono anche quelli di abuso d’ufficio e falso.

I chiarimenti del sindaco

Il sindaco Palomba ha chiarito che la sua amministrazione ha ereditato, appena divenuto sindaco nel 2018, la situazione che è venuta fuori dalle indagini degli inquirenti. Inoltre, il primo cittadino ha voluto sottolineare che la ditta Buttol non ha avuto nessuna corsia preferenziale ma la comunicazione con la Gema era ormai inesistente. Tuttavia, Palomba rimane a disposizione della magistratura qualora fosse convocato per essere ascoltato sui fatti. Infine, il suo appello finale affinché le procedure di gara d’appalto dei rifiuti non siano solo incombenza del singolo Comune.