Pagani. De Prisco incontra Cirielli, ma FDI rimane lontana

Il viceministro agli esteri Edmondo Cirielli, residente paganese, è stato ospite di un tavolo di discussione con l'amministrazione comunale, che rivendica però la distanza politica

L’amministrazione De Prisco incontra il viceministro degli Esteri Edmondo Cirielli, un incontro istituzionale molto proficuo anche se continua ad esistere una lecita voragine politica.

Conncetivia voucher 2,5

Lo scorso 12 novembre palazzo San Carlo ha ospitato il neo membro della squadra di Governo che vede a capo la premier Giorgia Meloni per congratularsi dell’eccellente risultato ottenuto da Cirielli e per tracciare la linea di un’interlocuzione destinata a durare fino a fine mandato.

Il viceministro a Pagani

Il viceministro alla Farnesina è infatti da qualche tempo residente paganese, e rappresenta ovviamente un orgoglio cittadino che il sindaco De Prisco insieme a Giunta e consiglio comunale hanno voluto omaggiare. Un bel passaggio istituzionale che nasconde però una distanza ideologica tra le parti, con l’amministrazione civica che ha battuto Fratelli D’Italia, partito d’appartenenza di Cirielli, alle ultime elezioni comunali. Guai a pensare quindi che l’incontro possa essere un ponte politico tra le parti, che nella distanza si rispettano e si esaltano per i ruoli istituzionali che ricoprono. A riprova di ciò ci sono state le recenti elezioni del nuovo presidente della provincia di Salerno, che hanno visto vincitore Franco Alfieri grazie anche ai voti espressi dall’amministrazione paganese, snobbando quasi completamente la candidatura di Sonia Alfano.

Le parole del consigliere Nitto

“Abbiamo voluto omaggiare e ospitare con grande piacere un nostro concittadino che oggi ricopre una delle massime cariche politiche nazionali. Il suo ruolo istituzionale è evidente possibilità per Pagani di poter crescere attraverso un’interlocuzione fitta con gli uffici ministeriali, e in questo senso dobbiamo ringraziare il viceministro Cirielli per la disponibilità messa in campo” è il suo intervento, nel quale specifica poi come “E’ ovvio che ci siano differenti idee politiche, che rimangono e rimarranno. Non c’è nessuna intenzione di integrare il locale partito di FDI all’interno delle nostre discussioni amministrative, se succedesse la maggioranza andrebbe in pezzi” dichiara alla fine con un pizzico d’ironia.

L’opinione dell’opposizione

Dello stesso avviso anche la capogruppo di Fratelli D’Italia Enza Fezza, che esalta l’aplomb istituzionale del suo viceministro ma conferma la distanza assiderale con l’amministrazione De Prisco :”Edmondo Cirielli ha dimostrato la raffinatezza politica che contraddistingue Fratelli D’Italia, pronta a sedersi e a parlare in qualunque luogo per il bene della propria comunità. Ma siamo assolutamente consapevoli che questo non assolverà l’amministrazione De Prisco dalle scelte scellerate portate avanti finora. Il nostro ruolo è all’opposizione e rimarrà all’opposizione fino alla fine”.