Cani maltrattati. Inchiesta della Procura, molti provenivano da Sarno

Cani accalappiati a Sarno finiscono nell’hinterland napoletano: c'è questo sullo sfondo di un'indagine dei carabinieri di Brusciano e dal Nucleo Cites Forestale di Napoli e Marigliano, insieme al supporto dei medici veterinari del Criuv della Regione Campania.

Cani maltrattati - foto repertorio

La storia

Cani accalappiati a Sarno finiscono nell’hinterland napoletano: c’è questo sullo sfondo di un’indagine dei carabinieri di Brusciano e dal Nucleo Cites Forestale di Napoli e Marigliano, insieme al supporto dei medici veterinari del Criuv della Regione Campania. A finire sotto sequestro i canili di una società, gestiti da una ditta che si occupa del servizio di custodia e accalappiamento dei cani presenti a Sarno.

Conncetivia voucher 2,5

La ditta nel napoletano

Gli animali  sarebbero stati maltrattati, poi trovati malnutriti e nell’incuria più totale. La ditta, che ha sede legale nel napoletano, è proprietaria di tre canili sempre in provincia. Al loro interno le forze dell’ordine hanno trovato 390 cani, molti di loro denutriti e in stato di abbandono, alcuni dei quali sono stati trasferiti con urgenza nelle strutture dell’Asl per essere sottoposti a cure.

L’inchiesta

L’inchiesta è coordinata dalla Procura di Nola, dopo la denuncia di alcuni volontari. Le strutture sono state sequestrate e i titolari denunciati a piede libero. Dei cani trovati, 14 arrivavano da Sarno, che aveva affidato, dal 2016, l’appalto di custodia e assistenza alla ditta.

I cani accalappiati sul territorio di Sarno

Dopo il blitz, le autorità hanno intimato al Comune di Sarno di “Prelevare ad horas i cani alloggiati presso i canili gestiti dalla ditta e ricollocarli nel minore tempo possibile presso altre strutture ricettive”.

Gli animali, accalappiati sul territorio di Sarno e trasferiti nei canili, sono risultati essere 13 cani, di cui uno ricoverato per grave stato di salute presso un centro di assistenza veterinario. Il Comune di Sarno si è impegnato nel trasferire i cani presso altra struttura, a Giugliano.

Fonte Salernotoday.it