Pagani. Mercato Ortofrutticolo, un nuovo generatore contro il buio

Il maltempo ha manomesso il quadro elettrico della struttura, lavoratori costretti per giorni al buio

Pagani Nocera Mercato Ortofrutticolo
Pagani Nocera Mercato Ortofrutticolo

Mercato Ortofrutticolo, la struttura rimane senza corrente per circa tre giorni, la dirigenza è obbligata all’acquisto di un nuovo generatore per ovviare al problema buio.

Conncetivia voucher 2,5

I danni a Pagani e Nocera

Il maltempo che ha colpito tutto l’agro ha portato problemi anche nella cittadina paganese, che nella conta dei danni deve inserire anche i disservizi nati nel mercato ortofrutticolo che vede anche Nocera Inferiore protagonista. La pioggia ha infatti manomesso il relativo quadro elettrico, entrato in cortocircuito con il commissario del Mercato Mirko Apa che si è subito attivato per la messa in soluzione del problema.

I lavoratori al buio

Giornate di buio che hanno compromesso i lavori dei privati, che hanno potuto contare unicamente dell’illuminazione dei propri stand. Alcune difficoltà poi con la ditta incaricata della manutenzione, dalla prima chiamata notturna ad un primo intervento senza successo. Questo ha portato la dirigenza dell’area ad optare così per l’affitto di un nuovo generatore, che affiancherà successivamente il primo non ancora funzionante.

La spiegazione del commissario

“E’ stato fortuito” chiarisce subito il commissario Apa “Sono cose che capitano e abbiamo provato quanto prima a risolvere. Il guasto a quadro elettrico e generatore è stato provocato dal maltempo, ma con l’acquisto del nuovo generatore siamo pronti a riassestare il servizio elettrico”.

La critica dei consiglieri

Al tempo stesso però la politica esprime particolare dissenso per i tempi di intervento su una questione primaria del mercato, che ospita tantissimi lavoratori e clienti ogni giorno.

I consiglieri comunali Vincenzo Calce e Anna Rosa Sessa sono estremamente critici, spiegando le perplessità in una nota. ” Il liquidatore del mercato ormai non riesce a garantire nemmeno la gestione ordinaria della struttura. I disagi vissuti in questi giorni dai concessionari che si sono trovati senza corrente a causa di una superficialità gestionali sono il segno evidente che non si può più andare avanti in questo modo e che urge dare al mercato una gestione ordinaria capace di progettare”. Destinatario dell’attacco anche l’amministrazione De Prisco, con Calce e Sessa che in tal senso ricordano:” Ad oggi, nonostante i proclami, nulla si è mosso. Siamo da mesi ad aspettare che l’amministrazione pensi ad uscire dalla fase di liquidazione al fine di poter garantire il futuro all’unico polmone economico del territorio”.