Pagani. De Prisco: “Sciopero generale Sam? Non m’interessa”

Giornata di consiglio comunale per Pagani, il sindaco interviene sulla proclamazione dello sciopero generale indetto dagli operai della Sam

sciopero generale sam, Pagani

Le proteste dei sindacati

Il sindaco di Pagani Lello De Prisco ignora la proclamazione dello sciopero generale dei dipendenti della SAM e inaugura in consiglio comunale una nuova fase di cantieri per la città di Pagani.

Ieri mattina nei pressi dell’Auditorium Sant’Alfonso è andata in scena una mattina frizzante con al centro il consiglio comunale paganese all’interno della sala polifunzionale Tommaso Maria Fusco. Diversi gli argomenti trattati, ma un pensiero non è potuto non andare alle recenti dichiarazioni di FIAL e CGIL FP con le quali si ufficializzano le intenzione di sindacati e operai di scioperare il prossimo 13 Dicembre bloccando di fatto i vari servizi della società partecipata.

La replica del sindaco

Fa spallucce il primo cittadino di Pagani Lello De Prisco, accusato di aver anche disertato un incontro in Prefettura. “Non mi interessa, ho cose più importante da fare e sulle quali impiegare le forze” è stato il telegramma che ha voluto riservare l’argomento, anche forte di una posizione ormai storica del primo cittadino nei confronti dell’imminente sciopero generale.

De Prisco ha sempre dichiarato profonda distanza nei confronti dei reclami degli operai, reputati inutili visti una politica d’assunzione iniziata, un visibile miglioramento dei cantieri e soprattutto puntualità nei pagamenti. Il consiglio comunale da un altro lato ha confermato l’estrema vivacità che permea Palazzo San Carlo, pronta ad avanzare a ritmo decisamente velocemente sull’edilizia scolastica e sulla rassegna natalizia.

Il programma delle opere pubbliche

E’ stato approvato all’unanimità lo studio di fattibilità che vedrà la riqualificazione e realizzazione della nuova scuola materna ed elementare in via Taurano, con i lavori che dovrebbero iniziare nel 2023. Importante in questo senso anche l’aggiornamento del programma triennale delle opere pubbliche 2022-2024, che ha previsto lavori di efficientamento energico per le scuole Don Milani e Carlo Collodi.

Le risorse dell’amministrazione

Oltre i tanti cantieri in rampa di lancio, l’amministrazione ha utilizzato il consiglio comunale per sfruttare anche risorse verso la prossima rassegna natalizia. Sono all’incirca 41 mila euro gli ultimi fondi riservati alla rassegna natalizia, individuati dalle rimanenze annuali dei centri estivi 2022. “Non abbiamo speso tutti i fondi a disposizione per mancanze di richieste, e non volevamo di certo restituire somme importanti indietro in un periodo difficile per le casse dell’ente. Per questo abbiamo pensato di destinare queste somme per la rassegna natalizia, immaginando anche eventualmente l’installazione di un’area giochi in città” ha spiegato il sindaco De Prisco.