Banda di falsari sgominata nel napoletano. Nei guai anche un medico e un maresciallo

Ramificazioni della banda anche in provincia di Caserta e Benevento

Carabinieri blitz

Le falsificazioni

I militari dell’arma coordinati dai magistrati dell’ufficio inquirente di Napoli Nord, hanno scoperto una associazione a delinquere che falsificava patenti, carte d’identità valide per l’espatrio, certificati medici e banconote da 50 euro spacciate in Italia ma finite anche in Spagna e Francia.

Misure anche per medico e maresciallo

Anche un medico dell’Asl Napoli 1 e un maresciallo dell’Aeronautica Militare, in servizio come infermiere, risultano tra i sette destinarari delle misure cautelari che questa mattina sono state notificate dai militari quali hanno scoperto una ramificata banda di falsari nel Napoletano. Notificate, contestualmente, anche otto denunce ad altrettanti indagati.

Le ramificazioni

Le ramificazioni dell’associazione scoperte dai carabinieri del comando antifalsificazione monetaria di Napoli, sono state individuate a Giugliano e nelle province di Benevento e Caserta.

La base operativa

Il centro di falsificazione della banda è stato localizzato a Villaricca, in provincia di Napoli. Lì sono state trovate sofisticate attrezzature e tutto l’occorrente per eseguire le falsificazioni.