Sarno. Lettera aperta di un cittadino all’Amministrazione comunale

Lettera aperta di un cittadino sarnese all’Amministrazione comunale ed all'intera cittadinanza. Ad emergere nella missiva inviata dal giovane, le condizioni in cui versa il territorio.

Sarno Comune
Sarno Comune

Sarno. Lettera aperta di un cittadino sarnese all’Amministrazione comunale ed all’intera cittadinanza.

Le tematiche

Ad emergere nella missiva inviata dal giovane, titolare di un’attività commerciale nel pieno centro della cittadina ai piedi del Monte Saro, le condizioni paesaggistiche e, soprattutto, il problema della sosta selvaggia e la relativa incolumità, non solo dei pedoni.

Oltre alle auto in sosta, inoltre, il corso diventa, sempre più spesso, pista di lancio oltre che di vetture che lo attraversano a velocità sostenuta, anche per altri mezzi quali bici elettriche, che “sfrecciano anche lungo i marciapiedi”.

Le dichiarazioni

“In questo modo – spiega l’uomo – l’incolumità di chi ha voglia di fare ancora quattro passi per il centro, o di chi per lavoro è costretto ad attraversare la strada o il marciapiede per una semplice consegna di caffè viene seriamente messa a rischio. E mi riferisco anche alla tranquillità di chi siede all’esterno per consumare. Pare però che sia troppo difficile installare dei dissuasori – ha continuato il 36enne – , troppo complicato istituire una ZTL solo per i residenti, e se si parla di pedonalizzare il centro di rischierebbe l’opposizione non solo dei commercianti, ma anche dei loro clienti, abituati come sono a raggiungere i luoghi interessati in auto”.