Pagani. Società partecipate, si infiamma l’assise

Sam e Mercato Ortofrutticolo nella lente di ingrandimento delle opposizioni, che chiedono accelerazioni per il rilancio

Pagani, Sam e Mercato Ortofrutticolo, si infiamma l'assise

E’ confronto acceso a Pagani tra opposizioni e maggioranza su Mercato Ortofrutticolo e Sam, tra ricerca di risposte e programmi in avvio.

La mattina di giovedì 29 dicembre all’interno della sala Tommaso Maria Fusco dell’Auditorium Sant’Alfonso si è tenuta un’importante assise incentrata sull’attività annuali delle società partecipate, con un attenzione particolare sulla Sam, delegata alla raccolta dei rifiuti e alla cura del verde del comune di Pagani.

Le prime polemiche al consiglio

Il primo ordine del giorno capace di aizzare la discussione in merito è stato per ovvi motivi la ricognizione periodica delle partecipazioni dell’ente del sindaco Lello De Prisco, molto ricca di contenuti e spunti di riflessione. L’opposizione consiliare, con i consiglieri Anna Rosa Sessa, Fabio Petrelli e Vincenzo D’Amato su tutti, ha manifestato dal canto suo grande attenzione sui vari passaggi spiegati dal sindaco De Prisco e dall’assessore delegato alla SAM Giuseppe Campitiello. Non sono mancati attacchi e accuse, partendo dal Mercato Ortofrutticolo che vede Pagani socio maggioritario con circa l’87%.

La critica dell’opposizione

L’opposizione lamenta ancora uno stallo amministrativo per la struttura sotto il mordente dell’Organo Straordinaria di Liquidazione: “Si erano pensati grandi riqualificazioni, ma non è cambiato ancora nulla” denuncia la consigliere Anna Rosa Sessa “Dobbiamo smetterla con i proclami, non si è visto nulla oltre che una delibera dell’anno scorso”.

De Prisco sul tema non fa altro che ribadire la linea seguita da palazzo San Carlo sin dall’inizio del mandato “Abbiamo chiesto un parere all’Agenzia del Demanio per comprendere al meglio i nuovi canoni di locazione, il nostro obiettivo di fare chiarezza e organizzazione non cambia”.

La questione dei lavori Sam

Altro tema di grande attualità i lavori della Sam, nella tempesta politica visti gli scarsi risulti di pulizia e raccolta differenziata all’interno di un cantiere estremamente scontento e con i sindacati sul piede di guerra. Dal consiglio comunale arrivano notizie in merito al bando indetto ormai un mese per l’assunzione di un nuovo management per la società partecipata, attualmente sotto il commissariamento di Lucio D’Apolito.

La replica del sindaco

“Aver rinviato la scadenza dal 17 al 22 dicembre è stata una mossa che ci ha permesso di aumentare le richieste. Per quanto concerne l’amministratore unico sono state raccolte 3 richieste, mentre per il ruolo di direttore generale dovremmo scegliere tra 12 proposte” ha comunicato il sindaco Lello De Prisco “A Gennaio 2023 avremo un nuovo management. Un’urgenza per dare nuova linfa alla società attraverso figure fondamentali anche per gli stessi operai, che finalmente avranno un giusto riferimento per le proprie questioni sindacali”.